Regìa tv e consegna della lancia, Scortecci: “La prima cambierà, per l’altra ipotesi riorganizzazione. Ma è complicato”

Franco Scortecci, presidente dell’Istituzione Giostra torna sugli argomenti affrontati qualche giorno fa in un’intervista rilasciata ad Arezzo Notizie, rilasciata all’alba della conferma alla guida dell’organismo. I giorni precedenti erano stati convulsi: Scortecci aveva rassegnato le dimissioni, respinte poi dal sindaco.

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   7 agosto 2017 12:50  |  Pubblicato in Arezzo, Giostra del Saracino

Articoli correlati



“Ho visto che la mia intervista ha fatto un po’ di rumore, ci tengo a fare delle precisazioni”. Franco Scortecci, presidente dell’Istituzione Giostra torna sugli argomenti affrontati qualche giorno fa in un’intervista rilasciata ad Arezzo Notizie, rilasciata all’alba della conferma alla guida dell’organismo. I giorni precedenti erano stati convulsi: Scortecci aveva rassegnato le dimissioni, respinte poi dal sindaco.

Scortecci, prego.

“Anzitutto mi preme sottolineare che le modifiche che stiamo apportando alla regìa, sono riferite soltanto alla regia televisiva”.

Nell’intervista si stava parlando di quella.

“Sì, ma vorrei che si sgombri il campo dai dubbi: anzi colgo l’occasione per fare il mio plauso alla regìa della Giostra, che non ha assolutamente bisogno di correttivi”.

Poi?

“Volevo sottolineare che la cerimonia della consegna della lancia si potrà cambiare soltanto a fronte di una riorganizzazione complessiva della manifestazione. E’ un’ipotesi futura, ma remota”.

Una riorganizzazione costosa?

“Sì, molto dispendiosa. E purtroppo al momento ingenti entrate extra non sono previste. Occorrerebbe risistemare le tribune, valutare ogni aspetto legato alla sicurezza. E’ un discorso molto complesso e delicato”.

Insomma, quale sarà la cerimonia di consegna del 2018?

“Ecco, diciamo che al momento non stiamo discutendo alcun aspetto delle Giostre del prossimo anno, perché siamo completamente assorbiti dall’organizzazione della Giostra di settembre”.

@MattiaCialini

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus