Giornata Mondiale del Rifugiato, folto programma dei comuni aderenti alla Rete SPRAR

Il programma si concluderà domenica 1 luglio al Camping Falterona di Stia, con una giornata ricca di iniziative all’insegna dell’aggregazione e dell’incontro.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   13 giugno 2018 16:44  |  Pubblicato in Attualità, Valtiberina, Valdichiana, Valdarno, Casentino, Arezzo, Cultura, eventi e spettacolo


Come ogni anno si celebra il prossimo 20 giugno, la Giornata Mondiale del Rifugiato, voluta dall’assemblea generale dell’Onu per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di profughi e richiedenti asilo. Ricco il programma delle varie iniziative per ricordare il dramma delle tante persone che lasciano il proprio paese costretti a fuggire da guerre e dalle violenze. Ad illustrare il cartellone nel corso della conferenza stampa che si è svolta nel palazzo della Provincia di Arezzo, è stata la vice presidente Eleonora Ducci, assieme ai rappresentanti dei comuni del territorio aderenti alla Rete SPRAR Arezzo – il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – e alle associazioni ed ai soggetti impegnati nella promozione dei valori legati alla solidarietà e all’accoglienza.

“L’accoglienza verso i rifugiati non è solo un atto di umanità, ma anche un atto di coraggio – spiega la vicepresidente Eleonora Ducci. – Da tempo la Provincia, lavora per coordinare ed unire le differenti realtà del territorio. L’obiettivo è costruire reti e collaborazioni capaci di portare avanti azioni positive di informazione e sensibilizzazione verso coloro che per scelta o per necessità si trovano costretti nel dover ricominciare una vita, spesso in un ambiente completamente diverso, a volte, anche diffidente ”.

Il programma degli eventi

Gli eventi coinvolgeranno tutte le vallate della provincia e prenderanno il via il prossimo 14 giugno a San Giovanni Valdarno al Circolo Arci G. Simonti con “Welcome, incontro”: una serata dedicata alla conoscenza reciproca, al teatro, alla musica e al cibo assieme ai ragazzi ospiti del Progetto Sprar. Si prosegue poi ad Arezzo all’Arena Eden con due date il 19 e 20 giugno. Prima con una festa di musica, parole e immagini insieme a tante associazioni del territorio: Arci, Officine della Cultura, Orchestra Multietnica, Baobab, Eureko, Segni Concreti, Rete Cento Fiori. Poi, il giorno dopo con l’Associazione Culturale del Bangladesh, patrocinato dalla Provincia di Arezzo, che propone un dibattito sull’accoglienza e che prosegue con la proiezione del film “Benvenuti in Germania” di Simon Verhoeven.

Il 27 giugno, mentre ad Arezzo l’Associazione del Bangladesh apre le porte della propria sede per far conoscere le proprie attività di accoglienza con l’iniziativa “Porte Aperte”, a Cortona al Centro sociale Arci di Camucia, grazie all’Alto Commisariato delle Nazioni Unite per Rifugiati, si svolgerà la presentazione del volume “Disegni dalla Frontiera” con Francesco Piobbichi e con le testimonianze di nuove e vecchie migrazioni. A Sansepolcro, giovedì 28 giugno le iniziative per la Giornata del Rifugiato saranno invece ospitate da WeStory: un festival delle storie da raccontare, con Memorie a Mare, un reading musicale fatto di storie di migrazioni moderne e vecchie che si incrociano attraverso suoni e musiche. Il programma si concluderà domenica 1 luglio al Camping Falterona di Stia, con una giornata ricca di iniziative all’insegna dell’aggregazione e dell’incontro. Il programma completo è scaricabile dal sito della Provincia di Arezzo.

blog comments powered by Disqus