Anime scalze. Torino, il salone del libro e quella storia di amori, vuoti e distanze da colmare

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   10 maggio 2018 7:18  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Arezzo


di Elena Giacomin*

Anime scalze, Fabio Geda, Einaudi

Anime scalze di Fabio Geda, pubblicato dall’editore Einaudi, è un romanzo che ci sta molto a cuore. Lo abbiamo letto la scorsa estate con grande piacere, tanto da sceglierlo come proposta per il progetto Adotta l’autore 2017/2018 per il biennio delle scuole superiori. L’autore sarà ad Arezzo a fine maggio per incontrare le tante classi che hanno aderito al percorso, oltre 200 ragazzi e ragazze che con grande avidità hanno letto questo romanzo di formazione, ambientato a Torino, che mette al centro della vicenda relazioni famigliari difficili, amori, vuoti e distanze da colmare. Ercole Santià, il protagonista, ha trascorso la sua infanzia ricucendo gli strappi quotidiani della vita e anche ora, che è un adolescente, le cose non sembrano migliorare. Il caos pare essere scritto nel destino della sua famiglia: lui e sua sorella Asia tirano avanti a stento, pur con fantasia e caparbietà, abbandonati da una madre che in un giorno qualunque ha deciso di andarsene e alle prese con un padre confuso, tanto inadeguato quanto innocente.

Ercole non ha avuto una vita facile, ma resiste grazie a chi lo sostiene nel viaggio verso l’età adulta: la sorella, suo padre, la fidanzata Viola. Quando la ricerca del proprio posto nel mondo gli regala una svolta imprevista, Ercole dovrà decidere se restituire il favore e rischiare tutto pur di proteggere chi ha bisogno di lui.

Incontreremo Fabio Geda anche al Salone Internazionale del libro di Torino, che apre i battenti proprio oggi, e  gli consegneremo sabato 15 maggio, il Premio Orbil, il riconoscimento assegnato da ALIR, la nostra associazione delle librerie indipendenti per ragazzi, di cui, con grandissimo orgoglio, facciamo parte.

Anime scalze vince il premio nella categoria Young Adult con questa motivazione “Un romanzo in grado di contenere l’essenza stessa dell’adolescenza, non come età acerba della superficialità, ma come terra di grandi domande sull’esistenza, battaglia per guadagnarsi un posto nel mondo, banco di prova per l’amore, il coraggio, le responsabilità che dovranno venire ma che sono già in tutta la loro potenza. Un libro che coglie la fatica del diventare adulti e la condizione dell’adolescenza, una stagione breve ma in grado di formarci per sempre”.

Anime scalze sarà anche il libro maggiormente in risalto nella libreria  “TeenTrack 13-19 books” che abbiamo allestito al Salone, un’idea che nasce in seno all’Accademia Drosselmeir, centro studi e scuola di formazione per librai specializzati in letteratura per l’infanzia, in collaborazione con la libreria dei ragazzi di Torino e la nostra associazione.

Accanto al libro di Geda campeggerà un altro libro fondamentale, un testo molto letto nelle scuole e citato da Geda, ovvero L’amico ritrovato di Fred Uhlman.  I due libri saranno  la chiave di accesso ad un percorso fra titoli classici e contemporanei, romanzi, racconti e fumetti, una selezione inedita ospitata in una libreria concepita come luogo d’incontro, una proposta aperta ai suggerimenti della comunità dei lettori che intenda dialogare con i piú giovani.

*Elena Giacomin, laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

blog comments powered by Disqus