15 giorni di riposo e terapie per Cicerchia. Martino: “Al campo prove lo aspettiamo”

Quindici giorni a riposo col tutore alla spalla. Elia Cicerchia, dopo la terribile caduta alla Quintana di Ascoli Piceno, dovrà tenere a riposo per le prossime due settimane e seguire le terapie indicate dal medico.
Nel frattempo al campo prove di Porta Santo Spirito gli allenamenti in vista della Giostra di settembre vanno ancora avanti.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   8 agosto 2017 15:31  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Arezzo, Giostra del Saracino

Articoli correlati



“Voglio e Devo esserci”.
La voglia di tornare in piazza è incontenibile. Ma per il momento il campione di Santo Spirito Elia Cicerchia dovrà riposare e seguire le terapie per ristabilirsi al meglio. 15 giorni di riposo con la spalla immobilizzata dal tutore.
Dopo il pauroso incidente alla Quintana di Ascoli Piceno, per il cavaliere di Porta Santo Spirito è arrivato un momentaneo stop dovuto ai traumi riportati nell’impatto con il Moro.
Una botta incredibile e poi la caduta da cavallo. Quindi gli istanti interminabili disteso a terra, senza muoversi.
Il referto dell’ospedale Mazzoni di Ascoli ha da subito evidenziato una sub lussazione dell’acromion claveare con micro frattura dell’acromion sinistro. Tanta paura ma per fortuna nulla di più.

“Per Elia – spiega il preparatore atletico di Porta Santo Spirito Martino Gianni – adesso è il momento di riposare e seguire le terapie indicategli dal medico. Conoscendolo farà di tutto per tornare in sella in tempo per la Giostra di settembre e anche noi cercheremo di fare la nostra parte affinché questo possa avvenire agevolando come ci è possibile la sua ripresa”.

Al campo prove gialloblu nel frattempo sono ripresi gli allenamenti in vista della competizione cavalleresca di settembre.
“In realtà – sottolinea Martino – non si sono mai interrotti. Faremo una pausa ma non adesso. Gianmaria è già in sella ed è carichissimo. La nostra filosofia è sempre stata quella di mettere grande impegno e professionalità in quello che facciamo, soprattutto nella preparazione. Siamo convinti, e i fatti ce lo confermano, che solo così si riescano ad ottenere risultati. Inoltre, tutto lo staff e il quartiere intero, si adopera affinché Elia e Gianmaria possano esercitarsi nella massima tranquillità sia emotiva che fisica. Anche con i cavalieri non titolari continuiamo a lavorare intensamente. Con Pineschi abbiamo cominciato quest’anno un percorso specifico mentre con Andrea Bennati continuiamo quello iniziato in passato. La nostra fiducia nei loro confronti è massima e ci aspettiamo grandi risultati anche da questa coppia. Sappiamo che sono bravi cavalieri e di grande valore e per questo, sicuramente, saranno riconfermati per la Prova Generale”.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus