La panina aretina

  • Categoria

    Dessert
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    pochi minuti per lavorare l'impasto, 3 ore di lievitazione, 30 minuti di cottura

La ricetta

Toscano

Lo diciamo subito: per alcuni la panina è salata (con i ciccioli per intendersi), per altri invece è dolce e speziata (con le uvette e il pepe). La ricetta che proponiamo affonda le sue radici nella tradizione: è quella della panina dolce e gialla. Che sta bene con la cioccolata dell'uovo di Pasqua o con l'uovo sodo la mattina della festa. Le nonne la ricordano a memoria, ma per chi vuole cimentarsi nella preparazione di questa delizia, ecco come fare. 

Preparazione

Il procedimento parte dalla preparazione del lievito e dello zafferano. Entrambi devono essere sciolti .

Nel frattempo sistemare a fontana la farina su una spianatoia. Al centro inserire zucchero e burro. Poi amalgamare versando a l'acqua tiepida con il lievito e lo zafferano.   Pian piano unire l'uvetta e continuare a lavorare l'impasto.

Procedere fino a quando non si avrà un panetto morbido che non si attacca alle mani. Quindi il panetto va lasciato riposare in un recipiente (come vuole la tradizione dopo aver fatto un taglio a croce sulla sommità) e coperto con un canovaccio tiepido. Va lasciato lievitare per circa due ore o fino a quando il suo volume non è raddoppiato. A quel punto dividere in panetti più piccoli (con questo impasto dovrebbero entrarcene due) e sistemare le panine ottenute in una tegalia da forno. Ancora un'ora di lievitazione e poi via con la cottura per 30 minuti nel forno preriscaldato a 180 gradi. 

I più letti


Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento