Tentano di piazzare profumi contraffatti: due giovani denunciati. Sequestrate oltre 60 confezioni

A finire nei guai sono stati un 19enne e un 29enne partenopei: si spacciavano per rappresentanti e cercavano di vendere profumi a bar e locali pubblici del Casentino

Li avevano fermati e denunciati durante un controllo stradale il 30 ottobre scorso per aver trovato l’auto su cui viaggiavano piena di profumi contraffatti. Ma i carabinieri della Stazione di Talla non si sono fermati al sequestro delle 61 confezioni di notissimi brand dei più noti stilisti di fama mondiale e hanno denunciato, al termine delle ulteriori risultanze investigative, due giovani italiani, 29 e 19 anni, originari di Napoli, per tentata truffa ai danni di diversi esercizi commerciali nei comuni di Talla e Castel Focognano.

"Singolare la tecnica adottata dai due - spiegano i Carabinieri della compagnia di Bibbiena - spacciandosi per rappresentanti di profumi dipendenti di un negozio del settore con sede presso un centro commerciale di Arezzo, hanno proposto l’acquisto della merce contraffatta ai titolari di diversi esercizi pubblici, di fatto non profumerie, ma bar e ristoranti i cui gestori, non essendo professionisti del settore, difficilmente avrebbero potuto smascherarli accorgendosi che i prodotti non erano originali.
Provvidenziale l’intervento dei Carabinieri di Talla sul territorio che ha evitato la commissione di ulteriori tentativi di truffa e permesso il sequestro dei beni contraffatti e di illecita provenienza che sarebbero stati, di conseguenza, immessi sul mercato a danno di numerosi potenziali acquirenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 carico dei due, oltre alle denunce per ricettazione, commercio di prodotti falsi e tentata truffa, è così scattata anche la proposta di foglio di via obbligatorio dai comuni di Talla e di Castel Focognano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento