Vandali del vino, sfregio nel vigneto del Cortona Doc. "Germogli strappati e viti sterili per 2 vendemmie"

Lo sfogo di Luca Viti, dell'Agricola Iviti di Centoia: "E' stato preso di mira un filare. Il danno è contenuto, ma è già il secondo episodio. Mi sono rivolto ai carabinieri, spero si tratti di un semplice dispetto"

Un dispetto, con buona probabilità. Ma che fa male, molto male. Luca Viti racconta sconsolato l'episodio: "Perché una cosa del genere? Non c'è ragione. Mi auguro si tratti di una ragazzata, ma vorrei far capire all'autore del gesto che il pezzo di vigneto che ha devastato è stato realizzato con sudore e fatica. E che per un paio di anni non darà più frutti, né vino". Un solo filare preso di mira, circa 10 metri. Il danno, in quell'appezzamento di cabernet sauvignon destinato a diventare Cortona Doc, non è enorme ma resta lo sfregio. E pure un pizzico di timore: "Mi sono rivolto ai carabinieri - aggiunge Luca - purtroppo è già il secondo episodio di cui sono vittima. Non vorrei capitasse ancora, a me o a qualcuno dei miei colleghi". 

Luca Viti (foto sotto) ha 32 anni ed è il giovane titolare dell'Agricola Iviti di Centoia, frazione del comune di Cortona. Ha preso in mano l'azienda di famiglia scommettendo molto sul vino: nel 2008 sono state impiantate le viti, nel 2014 la prima vendemmia. Dei sei ettari di proprietà, due sono destinate all'uva, il resto se lo dividono cereali e ulivi. Luca tratta la terra con passione e rispetto ("Ci metto tutto me stesso, limito l'uso di prodotti chimici e quello che ottengo è frutto di grandi sacrifici") ed è stupito di essere finito nel mirino di qualche vandalo.

luca-viti-2

I carabinieri mi hanno detto di monitorare la situazione - aggiunge - ma non ho nemici. Ripeto: probabilmente si è trattato di una ragazzata, ma non deve succedere più. E' un peccato gettare al vento il lavoro di anni. Sono stati strappati i germogli e quelle piante, adesso, saranno sterili per un paio di vendemmie. Non solo, è stata abbattuta la testata del filare, che dovrò ricostruire, oltre al fatto che i fili di sostegno sono stati sganciati e intrecciati fra di loro. Pura cattiveria, peraltro reiterata: un paio di mesi fa, mentre potavo, mi sono reso conto che c'erano sarmenti staccati e gettati a terra.

Luca produce due tipi di vino (foto sotto), il Cortona Doc Cabernet Sauvignon (5mila bottiglie l'anno), fatto da uve cabernet sauvignon in prevalenza (quelle oggetto dell'atto vandalico) e cabernet franc in minima parte, e un Igt Toscana fatto soltanto con cabernet franc (1.200 bottiglie l'anno). Vive nella frazione di Centoia, poco lontano dalla sede della cantina. E vorrebbe continuare lavorare con la consueta passione ma senza patemi.

viti-vino-2

Il rispetto verso gli altri - conclude - si misura anche avendo cura delle proprietà altrui le quali non ci riguardano e sono frutto di lavoro e sacrifici, personali ed economici, che non dovrebbero essere intaccate, soprattutto senza motivo.

Potrebbe interessarti

  • Cattivo odore e calcare, come pulire la lavatrice

  • Piscine all'aperto. Ecco dove andare ad Arezzo e provincia

  • Le origini del nome Colcitrone

  • Piscine interrate, costi e tempi per averne una

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Ritrovati i due bambini dispersi, erano bloccati al fiume con il nonno ferito

  • Cattivo odore e calcare, come pulire la lavatrice

  • Schianto in moto contro un trattore: un ferito grave. Soccorso con Pegaso

  • Sospetta intossicazione da cianuro, tre operai al pronto soccorso

  • Cade dal tetto di casa: ferito un 44enne. Portato in elicottero a Siena

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento