Truffe ad anziani: Nuove Acque mette in guardia da falsi tecnici

La competenza dei tecnici di Nuove Acque non va oltre il contatore e che, solitamente, l’accesso all’abitazione si rende necessario solo nel caso in cui il contatore sia collocato all’interno della stessa

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   17 febbraio 2017 15:04  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo, Casentino, Valdarno, Valdichiana, Valtiberina


In merito al caso dei falsi tecnici di Nuove Acque che hanno derubato un pensionato a Cortona, la Società che gestisce il servizio idrico intende mettere in guardia i propri utenti, facendo chiarezza sui compiti e sulle mansioni dei propri operatori.
In primo luogo, è doveroso ricordare che la competenza dei tecnici di Nuove Acque non va oltre il contatore e che, solitamente, l’accesso all’abitazione si rende necessario solo nel caso in cui il contatore sia collocato all’interno della stessa e unicamente per le esigenze di lettura e/o interventi sullo stesso.
E’ bene quindi diffidare di coloro i quali si presentano alla porta di casa con la scusa di effettuare un controllo sulla potabilità o sulla qualità dell’acqua.
In secondo luogo, è opportuno invitare l’operatore ad esibire il proprio tesserino di riconoscimento, le cui generalità potranno essere verificate contattando il numero verde 800 191919.

blog comments powered by Disqus