"Siamo delle Poste, ci faccia entrare". Truffatori in azione ad Indicatore

Dell'episodio sono stati informati anche i carabinieri di Arezzo. Le raccomandazioni sono sempre le solite: massima attenzione

"Devo controllare la linea telefonica, mi faccia entrare in casa".
Si è presentato così alla loro porta. Solo, faccia pulita, fare rassicurante. Ha detto di essere lì per conto di Poste Italiane, gestore scelto per il contratto di rete fissa, e di dover "eseguire degli accertamenti importanti". 

Potrebbe essere stato un tentativo di truffa quello messo in scena ad Indicatore e che ha avuto come "potenziali vittime" una coppia di anziani coniugi.

A denunciare l'accaduto la nipote che, dopo aver parlato con i nonni, ha immediatamente allertato le forze dell'ordine e il gestore della linea telefonica. 

"Scoperte oltre 350 truffe, vittime spesso gli anziani"

Anziani in casa: sicurezza e suggerimenti su cosa fare

Le 12 truffe più frequenti: come riconoscerle e difendersi

"Il signore in questione - spiega - ha fatto credere loro di dover controllare qualcosa alla linea e alla fine gli ha fatto firmare un finto foglio per far sembrare la cosa seria. Poi se ne è andato. Abbiamo chiamato le Poste che hanno confermato di non aver disposto alcun sopralluogo o controllo da parte dei loro addetti. Contestualmente abbiamo avvisato anche i carabinieri che, ovviamente, hanno raccomandato la massima attenzione, come sempre. Infine abbiamo saputo che la stessa cosa è capitata ad una vicina di casa dei miei nonni. Speriamo che non succeda più a nessuno".

Si tratta solamente dell'ennesimo caso in cui sconosciuti e sedicenti tecnici/operatori suonano alle porte delle abitazioni dell'Aretino tentando di razziare quanto più denaro e preziosi possibile.

Nell'anno appena trascorso, soltanto nella provincia, si sono contati più di 350 casi di truffe perpetrate a danno di altrettanti malcapitati che, per un motivo o per un altro, sono caduti nella rete di malviventi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento