Promettono 20mila piante di lavandula e poi svaniscono nel nulla: azienda agricola raggirata

Sono quattro le persone denunciate dai carabinieri di Sansepolcro

A conclusione di attività d’indagine, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Sansepolcro hanno scoperto e denunciato all’autorità giudiziaria un 62enne e un 48 padovani, oltre che un 18enne vicentino e un 59enne friulano, tutti pregiudicati, ritenuti autori di una truffa messa a segno a discapito di azienda agricola della Valtiberina

I quattro infatti, hanno raggirato i titolari dell'attività promettendo la cessione di ben 20.000 piante di lavandula. Così si sono fatti consegnare dapprima 250 euro in contanti e poi due assegni dell’importo di 5.000 euro cadauno. 

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento