"Servono soldi per un'ambulanza". Raffica di truffe ad Arezzo, la Croce Bianca: "Non aprite, non siamo noi"

Sedicenti volontari bussano porta a porta per raccogliere denaro. Ma l'associazione di volontariato di via dell'Anfiteatro mette in guardia: "Non siamo noi, state attenti"

Raffica di segnalazioni di truffe porta a porta ad Arezzo. Ci sarebbero persone che si fingono volontari della Croce Bianca, chiedendo soldi per l'acquisto di mezzi di soccorso per l'associazione. "Ma di certo non siamo noi - dicono dalla Croce Bianca di Arezzo - anzi diffidiamo chiunque a usare il nostro nome". E l'invito è quello di non aprire la porta ai sedicenti volontari. Nel corso di questa mattinata sono già tre le segnalazioni arrivate alla sede dell'associazione di pubblica assistenza di via dell'Anfiteatro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fermato su una Bmw con targa rumena: colpiva i turisti. Scoperto con la "luce nera"

  • Bimbo aretino nasce con l'intestino nel torace: salvato con rarissimo intervento

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento