In tribunale per una causa civile inveisce contro l’avvocato e le guardie giurate: arrestato

Una rabbia incontenibile e feroce è esplosa in pochi istanti tanto che il giudice si è trovato costretto a chiamare i carabinieri e richiedere l’intervento dei vigili giurati.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   14 dicembre 2017 12:26  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo


Sarà processato per resistenza a pubblico ufficiale domani mattina.
A finire nei guai è stato un 60enne aretino che questa mattina si trovava in tribunale, insieme al fratello (interdetto) e al proprio avvocato, per una causa civile davanti al giudice Lucia Faltoni.

Improvvisamente, e per cause ancora da comprendere nel dettaglio, l’uomo ad un certo punto dell’udienza ha iniziato ad inveire contro il proprio legale sostenendo che né lui né il fratello erano rappresentati a dovere.
Una rabbia incontenibile e feroce è esplosa in pochi istanti tanto che il giudice si è trovato costretto a chiamare i carabinieri e richiedere l’intervento dei vigili giurati.
Il 60enne è stato così arrestato e domani dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale nel processo per direttissima che lo vedrà alla sbarra.

blog comments powered by Disqus