Tentativi di rapine in serie. Prima di Staggiano colpita villa a Molinelli: in casa una 94enne

Violenza psicologica su una nonna di 94anni allettata ma lucida. Mentre rovistavano tutto non si poteva muovere

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   17 luglio 2017 6:00  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo

Articoli correlati



Sono almeno due i tentativi di rapina avvenuti nella giornata di sabato alla periferia di Arezzo. Poche ore prima di quella a Poggiomondo di Staggiano un altro caso si è verificato in una villa a Molinelli. I malviventi si sono introdotti sfondando una porta posteriore, poi hanno provveduto a chiudere tutto dall’interno, lasciando aperta solo una finestra al primo piano da usare come via di fuga.

All’interno hanno cominciato a cercare oggetti di valore o contanti, saliti al primo piano in una camera hanno trovato la nonna di 94 anni allettata, ma lucidissima. Si sono diretti su di lei cercando di farsi confessare dove si trovasse la cassaforte, una violenza psicologica inutile visto che nessuna cassetta di sicurezza era presente in casa.

Mentre sono continuate le domande serrate, con l’anziana sotto choc, i malviventi hanno cominciato a rovistare e a mettere tutto sotto sopra, armadi, comò, cassapanca, mentre la donna inerme non poteva che subire l’oltraggio senza poter reagire.

Alle 11:30 sono rientrati alcuni familiari che non sono riusciti ad aprire la porta, i catorci interni bloccavano tutto. Nel dietro della casa hanno trovato la porta blindata manomessa e chiusa dall’interno. La paura che stesse succedendo qualcosa di brutto con la nonna a letto ha scatenato il panico.
Il genero ha preso una scala e si è arrampicato al primo piano, dove ha trovato la donna ancora sotto choc. Immediato l’intervento dei carabinieri, che armi in pugno, hanno prima perquisito tutta la casa per accertarsi che qualcuno non fosse ancora all’interno. Poi l’anziana ha raccontato tutto in maniera chiara: nella sua camera erano due (ma si presuppone che fossero tre). Caucasici, volto scoperto, altezza 1.80 circa, età 30/35 anni, capelli neri, ben pettinati, basette alte, barba non lunga ma appena accennata, vestiti bene. Lingua italiana senza particolari accenti.

Dettagli questi che coinciderebbero anche con il racconto fatto da chi ha subito lo stesso tentativo poche ore dopo a Staggiano. Per questo non è da escludere che si tratti della stessa banda, in azione in queste ore nella zona.

blog comments powered by Disqus