"Spacciavano droga nelle vie del centro", due giovani in manette. Sequestrato hashish per oltre 2800 dosi

Brillante operazione dei Carabinieri della Compagnia di Sansepolcro che hanno sgominato un'organizzazione accusata di spaccio di stupefacenti. "Fornivano droga a prezzi estremamente competitivi"

Spacciavano nel centro storico di Sansepolcro, ma sono stati colti in flagrante e sono stati arrestati dai carabinieri. A finire nei guai due giovani magrebini di 19 e 27 anni, trovati con mezzo chilo di hashish: un quantitativo che avrebbe permesso loro di confezionare 2860 dosi da smerciare nella cittadina della Valtiberina. 

L'intervento è scaturito dall'osservazione da parte dei militari della Compagnia di Sansepolcro, guidata da Angelo Bardi, di un giovane che con fare sospetto si aggirava nelle vie del centro storico. I carabinieri lo hanno seguito per decine di metri, fin quando hanno assistito ad una cessione di stupefacente.

"L’operazione - spiega il comando provinciale dei Carabinieri in una nota - è scattata anche grazie alla notevole esperienza dimostrata dai militari che lo hanno seguito senza farsi notare per poi controllarlo".

Si trattava di un 19enne e incensurato, residente a Napoli. Il giovane dopo aver ceduto 5,5 grammi di sostanza stupefacente a un 36enne ha intascato 50 euro ed è stato così tratto in arresto. Gli investigatori sono riusciti immediatamente a risalire a un pusher di livello superiore, 27enne anche lui incensurato, a carico del quale è stata eseguita una perquisizione domiciliare. Tra le mura domestiche l'iuomo nascondeva mezzo chilo di hashish destinato alla vendita al dettaglio. Il 27enne lo aveva occultato in una cantina dove teneva il proprio cane. Sempre nel locale adibito a cantina sono stati trovati bilancini di precisione e materiale per il confezionamento oltre a denaro contante per complessivi 1500 euro suddivisi in banconote di vario taglio.

La sostanza stupefacente avrebbe fruttato al pusher diverse migliaia di euro, con l’immissione sul mercato di centinaia di dosi. Sequestrate anche diverse carte di credito. L'uomo ha numerosi conti correnti che sono attualmente al vaglio degli inquirenti.  

I due giovani sono stati arrestati e al termine dell’udienza di convalida sono stati sottoposti alla misura cautelare personale con obbligo di dimora e permanenza domiciliare notturna.

"L’operazione - spiega l'Arma dei Carabinieri - ha consentito di sgominare una vera e propria organizzazione al cui vertice era posto il 27enne che si avvaleva delle conoscenze del connazionale per ingaggiare nuovi clienti “sul campo”, offrendo la sostanza a prezzi estremamente competitivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il diciannovenne è stato colto nelle ore successive in flagranza della violazione dell’obbligo di dimora nel comune di Sansepolcro e nuovamente tratto in arresto per poi essere associato presso la casa circondariale di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento