Siringhe in via Fra Guittone, davanti la prefettura in piazza Poggio del Sole

di Giacomo Pellicanò Degrado in via Fra Guittone, la zona della cisterna, dove i cittadini vanno ancora a portare il cane su quella montagnina che si affaccia da un lato sulla stazione e dall’altro sulla prefettura. Una recinzione messa dal...

siringa 3

di Giacomo Pellicanò

Degrado in via Fra Guittone, la zona della cisterna, dove i cittadini vanno ancora a portare il cane su quella montagnina che si affaccia da un lato sulla stazione e dall’altro sulla prefettura. Una recinzione messa dal comune per riqualificare la zona, purtroppo già rotta, bucata, chissà da chi, chissà perché. La rete era stata messa dal comune per cercare di preservare un luogo storico per Arezzo che negli anni ha perso di valore. Così come la collina del Pionta, fino al 1200 sede dell’antica cittadella vescovile, di cui rimangono le tracce archeologiche, e della prima scuola di arti liberali dove insegnò Guido Monaco, l’ideatore della moderna notazione musicale. /attualita/pulizia-delle-antiche-mura-gamurrini-allopera-anche-i-lavoratori-socialmente-utili/ Ma torniamo al degrado. Bastano dieci minuti di controllo, basta seguire le tracce, gli indizi: fazzoletti di carta, stagnole, birre. Poi si trovano da sole, escono come i funghi, le siringhe. Come dice un aretino mentre scende verso via Guido Monaco:

“Rimangono le tracce, rimane lo schifo, perché chi si fa non si preoccupa di pulire dopo essersi bucato, anzi, butta tutto in terra come se il prato fosse un grosso cestino comune. E nessuno pulisce e le prove rimangono. E non è tutto. Escrementi, cartacce, preservativi. Mha. Comunque sono le siringhe le più pericolose, basta ferirsi una volta.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Una qui e una lì, molte attorno alla cisterna stessa, il vero posto di ritrovo, il totem dove andare. Come se il luogo facesse parte di un rituale da rispettare. Un posto dove mettersi comodi in tranquillità, spesso nei parchi o come in questo caso al Poggetto del Sole. Qui le foto del controllo avvenuto oggi.

(Le immagini non sono forti e rappresentano solamente ciò che è la realtà).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento