Auto che sfrecciano e tragedie sfiorate, l'appello dei residenti di Quarata: "Sulla Setteponti servono provvedimenti"

Gli abitanti chiedono che vengano istallati dei dissuasori o realizzati degli attraversamenti rialzati: "Le auto piombano nel centro abitato a oltre 70 chilometri orari"

Una strada dritta, poco illuminata, con tante buche. Una strada sulla quale il piede affonda troppo spesso sull'acceleratore fin quando l'auto non piomba su un centro abitato. Lì ci sono lampioni e attraversamenti pedonali. Ma è tardi per rallentare. E allora si sfiorano tragedie. 

La strada è la Setteponti e il centro abitato è quello di Quarata. Qui però i residenti hanno deciso di dire basta alle auto a folle velocità e chiedono che almeno nel tratto che taglia in due la parte alta del paese - davvero poche centinaia di metri - vengano istallati dei dissuasori di velocità. 

"Negli ultimi mesi ci sono stati vari incidenti - raccontano gli abitanti - fortunatamente non ci sono state tragedie, ma non vogliamo attendere che accada l'irreparabile. Lo scorso luglio una ragazzina in motorino fu travolta e soccorsa con Pegaso: ha rischiato la vita". 

Secondo le testimonianze di chi percorre quel tratto di Setteponti per recarsi nei negozi del paese o all'area verde o semplicemente per passeggiare lungo la pista ciclopedonale, le vetture sfrecciano ben sopra i limiti consentiti.

"Il pannello che si trova all'ingresso del paese e che segnala la velocità delle auto - spiegano - supera spessissimo i 70 chilometri orari. E nelle ore notturne succede anche di peggio, tanto che qualcuno ha pensato che ci fossero delle gare".

I residenti nel tempo hanno chiesto che venissero installati dei dissuasori o che venissero realizzati degli attraversamenti rialzati.

"Nei giorni scorsi, purtroppo, è successo un terribile incidente a Ristradelle: abbiamo paura che anche qui accada e vorremmo scongiurarlo in ogni modo. Facciamo appello così al Comune e agli altri enti che potessono intervenire per risolvere la sitauzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Arezzo è deserta: ma quand'è che torniamo normali?". Lo sfogo di Scanzi nel video-record

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Arezzo vista dagli occhi dei Vip: tutti gli scatti social

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Coronavirus, primi casi in Toscana. Due tamponi positivi a Firenze e Pistoia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento