Rischio incendi elevato: divieto di abbruciamenti fino al 31 marzo. Le telefonate ai vigili del fuoco

Tanti cittadini hanno chiesto informazioni ai vigili del fuoco di Arezzo

Tante telefonate ai vigili del fuoco per avere informazioni circa la possibilità di bruciare residui di giardini e piante, frasche tagliate dalla potatura degli olivi ad esempio. I cittadini si sono interessati e informativa prima di agire, vista anche la comunicazione pubblica effettuata nei giorni scorsi che annunciava il divieto di abbruciamento fino al 31 marzo. Il rischio di incendi è infatti elevatissimo a causa della mancanza di piogge e del vento. 

Lo mostra in maniera esplicita il bollettino diramato quotidianamente dal servizio metereologico Lamma della Toscana. Oggi ade sempio la Toscana è quasi tutta suddivisa tra rischio alto e molto alto. Questi i codici, individuabili con i colori arancione e rosso, anche per la Provincia di Arezzo. 

lamma-bollettino-incendi

Con l'occasione, si ricorda ancora una volta che fino al 31 marzo su tutto il territorio regionale vige il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali . Lo ha deciso la Regione Toscana considerato l'attuale rischio di sviluppo di incendi boschivi dovuto alle cattive condizioni climatiche. Oltre al divieto di abbruciamento di residui vegetali, nel periodo a rischio (di cui al Regolamento forestale della Toscana n. 48/2003) è vietata qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all'interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno comunque osservate le prescrizioni del regolamento forestale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mancata osservanza delle norme di prevenzione comporta l'applicazione di pesanti sanzioni previste dalle disposizioni in materia. Imprenditori agricoli e privati cittadini sono invitati a tenere comportamenti prudenti nelle attività agricolo-forestali astenendosi da qualsiasi accensione di fuoco. Si sottolinea l'importanza di segnalare tempestivamente eventuali focolai al numero verde della Sala operativa regionale 800.425.425 o al 115 dei Vigili del Fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Coronavirus: 2 decessi, 1 nuovo caso, 3 guarigioni. Il quadro toscano

  • Coronavirus, nuovo caso in Valdichiana: si tratta di un minore. Asl al lavoro per ricostruire i contatti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento