Bravata fallita a Rigutino: 15 ragazzi provano a entrare nella scuola di notte ma arrivano i carabinieri

E' successo ieri intorno alle 23. Un residente ha avvertito i militari che sono giunti sul posto identificando i giovani, tutti minori tra i 16 e 17 anni della zona. Non sono scattate denunce

La scuola di Rigutino

Un residente ha avvertito i Carabinieri: troppo sospetto quel movimento attorno alla scuola. E così i militari dell'Arma sono arrivati, identificando un gruppo di 15 ragazzi minorenni, che probabilmente si stavano adoperando per penetrare nella struttura che ospita la scuola elementare della frazione aretina di Rigutino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio è avvenuto ieri sera, alle 23 circa. Dopo la telefonata del cittadino, sul posto sono giunti i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Arezzo che hanno sopreso i giovani nei pressi del cancello chiuso dell'edificio, forse volevano entrare. Il motivo? Una bravata, con ogni probabilità. I 15 minori sono tutti di età compresa tra 16 e 17 anni e residenti in zona. Sono state avvertite le famiglie, ma non è scattata alcuna denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus in due famiglie dell'Aretino, ordinanza di Rossi: "Trasferimenti negli alberghi sanitari o multe"

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento