Colti in flagrante mentre rubano vestiti: quattro arrestati, due minorenni denunciati

I carabinieri hanno sgominato una gang di sei ragazzi, beccati mentre tentavano di trafugare capi d'abbigliamento sportivo a Terranuova Bracciolini. Alcuni avevano precedenti per ricettazione, spaccio e bullismo a scuola. Uno di loro, riaccompagnato a casa ai domiciliari, è stato preso a calci dal padre. Domani il processo per direttissima

Sei giovani sono finiti in manette per furto, due di essi sono minorenni, tutti residenti o dimoranti nella zona di Pontassieve. I carabinieri di San Giovanni Valdarno li hanno bloccati all'uscita di un negozio di articoli sportivi di Terranuova Bracciolini mentre tentavano di trafugare dei capi di abbigliamento. L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio, alle 15.30 circa.

I sei, sfruttando la forza del gruppo, una volta entrati nel negozio avevano formato delle coppie che cambiavano in continuazione, alternando i ruoli di “ladro” e “palo”, con una tecnica tanto banale quanto efficace: mentre uno prendeva i capi di abbigliamento sportivo dagli scaffali e si recava in camerino per rompere il dispositivo antitaccheggio e indossarli sotto i propri abiti, l’altro gli copriva le spalle avvisandolo di eventuali movimenti “sospetti” dei commessi.

In questo modo i giovani sono riusciti a rubare vestiti di note marche sportive per un valore complessivo di circa 300 euro. L’accaduto non è però sfuggito all’occhio vigile del proprietario del negozio che ha immediatamente chiamato i carabinieri che, intervenuti in forze a causa dell’elevato numero di trasgressori, hanno provveduto a fermarli subito fuori al locale e a condurli in caserma. I sei sono tutti di origini albanesi.

Da successivi accertamenti effettuati dai militari, è emerso come i maggiorenni, di età compresa tra i 18 e i 21 anni, avessero quasi tutti dei precedenti di polizia specifici per reati contro il patrimonio: furto aggravato, ricettazione ma anche spaccio e bullismo in istituti scolastici; i minorenni, incensurati, sono stati deferiti in stato di libertà alla procura dei minori di Firenze. Di due maggiorenni inoltre, uno è risultato già condannato per furto a due anni di reclusione - pena sospesa - mentre un secondo è risultato gravato dalla misura dell’obbligo di dimora nella provincia di Firenze.

I quattro maggiorenni sono stati posti agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di celebrare l’udienza direttissima per la giornata di domani; per un arrestato si è dovuto procedere al trattenimento in cella di sicurezza in quanto, riaccompagnato a casa dai carabinieri, verso i quali aveva avuto un atteggiamento sprezzante e ai limiti del deferimento per resistenza, davanti ai militari è stato letteralmente preso a calci dal padre, che lo ha sbattuto fuori.

I capi di abbigliamento rubati sono stati restituiti al negozio. Per tutti e quattro i maggiorenni sarà richiesta la misura di prevenzione del foglio di via dal comune valdarnese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

  • Un aretino con Flavio Insinna all'Eredità su Rai Uno

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento