Caso rifiuti, il processo all'ex direttore di Ato resta al tribunale di Firenze

Decisione oggi in udienza preliminare

La competenza territoriale per il processo che vede imputato l'ex direttore generale di Ato resterà a Firenze. E' quanto deciso quest'oggi da Angela Fantechi durante l'udienza preliminare nella quale alcuni difensori avevano avanzato la richiesta di procedere a Siena o Prato. Il gip fiorentino però ha deciso che il procedimento proguirà a Firenze.

Il caso è quello della gara per la gestione dei rifiuti nelle province di Arezzo, Grosseto e Siena sulla quale gli inquirenti hanno iniziato ad indagare fin dal 2016. Le accuse sono di turbativa d'asta, corruzione e induzione indebita: la procura è convinta che l'appalto fosse stato messo in piedi in modo fraudolento, al fine di far vincere Sei Toscana. Per la vicenda sono imputati Andrea Corti, ex dg di Ato Toscana Sud, Eros Organni, ex ad di Sei Toscana, Valerio Menaldi, Tommaso D'Onza e degli ex amministratori di Rti Progetto 6, Marco Buzzichelli e Fabrizio Vigni,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento