Procedura per il foglio di via per due risparmiatori ex Banca Etruria

Procedura per il foglio di via per due risparmiatori ex Banca Etruria

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   6 dicembre 2017 18:59  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo


Angiolino e Moreno sono due risparmiatori, ex obbligazionisti subordinati di Banca Etruria che conosciamo bene anche ad Arezzo. Dal novembre del 2015 non hanno saltato una manifestazione in zona, e spesso tornano anche in occasione delle udienze per i processi a carico di ex amministratori della Popolare aretina. Sono di Empoli, il primo 70enne pensionato, il secondo 56enne esodato. Erano presenti a Pistoia il 24 novembre scorso, con lo striscione della Vittime del Salva Banche, per contestare il passaggio del segretario del Partito Democratico Matteo Renzi.

Pochi giorni dopo gli è stata consegnata dal postino la lettera della questura che annunciava loro l’avvio delle procedure per il foglio di via da Pistoia. Contro questa decisione si sono scagliati il presidente nazionale di Adusbef Elio Lannutti, il parlamentare pentastellato Daniele Pesco e Letizia Giorgianni portavoce delle Vittime del Salva Banche che si sono appellati al diritto a manifestare dei due risparmiatori, “sempre in piazza per difendere i diritti di chi è stato truffato.”

“Nessuno di noi ha fatto niente di male” ha dichiarato Moreno Gazzarini che ha aggiunto “Ogni volta che veniamo via stringiamo le mani agli agenti che seguono le manifestazioni.”

“Mi hanno fatto posare il megafono in un muretto e mi hanno tenuto tra gli agenti – ha spiegato Angiolino Campigli – non mi sono mosso, se hanno un video che mostra che ho tentato di fermare il corteo di Renzi che lo mostrino, ma non ce lo possono avere perché non mi sono mosso.”

I due risparmiatori sono assistiti da un avvocato che presto depositerà le memorie difensive.

blog comments powered by Disqus