Piazzola franata sulla E45, oggi la decisione sul rinvio a giudizio di tre dirigenti Anas

Il crollo risale al febbraio 2018: i tre dirigenti sono accusati di disastro colposo. In seguito alla frana furono evacuate alcune abitazioni

L'accusa è quella di disastro colposo ed è relativa al crollo della piazzola sulla E45. Una vicenda per la quale Procura di Arezzo ha chiesto il rinvio a giudizio di tre dirigenti del compartimento Anas di Firenze. Quest'oggi il giudice per l'udienza preliminare Fabio Lombardo dovrà decidere. 

Antonio Scalamandrè, responsabile di area, il capo centro Rocco Oliverio e Massimo Pinelli, capo nucleo, rischiano quindi di andare a processo per il crollo che nel febbraio del 2018 fece scalpore e causò anche l'evacuazione di alcune famiglie. Sono accusati di non aver eseguito interventi strutturali urgenti che servivano a scongiurare una situazione di pericolo: negligenza, imprudenza e anche imperizia sono i capi di imputazione.

Il crollo

Era l'11 febbraio il giorno in cui avvenne la frana. Già nel 2014 furono segnalate ad Anas delle fessurazioni del manto stradale. In seguito a tale segnalazione la stessa Prefettura di Arezzo aveva sollecitato Anas a controllare. Ma l'unico intervento disposto all'epoca fu la copertura superficiale delle fessurazione. Secondo l'accusa non fu svolto alcun monitoraggio della situazione e nessuna verifica.  Fu per questo, sistiene il pm Roberto Rossi, che si arrivò al crollo dell'intera piazzola tra le uscite Pieve Santo Stefano Sud e Pieve Santo Stefano Nord. 

Il viadotto Puleto

L'inchiesta sulla piazzola fu seguita da una serie di accertamenti anche su altri tratti della E45. In particolare sul viadotto Puleto, per il quale è stata aperta una ulteriore inchiesta e solo ieri è stato firmato il decreto per il dissequestro. Adesso sul viadotto proseguono i lavori di Anas, con le apposite misure di messa in sicurezza del cantiere e la possibile chiusura di una corsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sfida "spaccatesta": genitori in allarme. Il violento gioco di moda sui social

  • Le dieci regole d’oro contro il Coronavirus: il decalogo delle farmacie aretine

  • Coronavirus, sospese gite scolastiche e uscite d'istruzione

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento