Ancora pesca di frodo a Montedoglio, Carabinieri forestali sequestrano un chilometro di reti

Salvate carpe, lucci e altri pesci di lago

Avevano calato oltre un chilometro di reti nella diga di Montedoglio per pescare di frodo. Ma la battuta di pesca è stata sventata dai Carabinieri Forestali. L'episodio è avvenuto nella zona di Sigliano, martedì notte.  I carabinieri avevano riceuto una segnalazione nella nota serata di lunedì e l'indomani, calato il buio i militari hanno deciso di agire. Prima si sono appostati per vedere se qualcuno fosse arrivato in zona per recuperare le reti. Ma nessuno si è avvicinato e arrivata l'alba i militari hanno tirato fuori le reti e liberato il pesce rimasto intrappolato. Si tratta di carpe, lucci e altre specie di lago sono stati salvati: erano ancora vivi.

Se i bracconieri fossero riusciti a recuperare le reti, avrebbero raccolto alcuni quintali di pesce per varie migliaia di euro.

I militari hanno sequestrato la rete e dato il via alle indagini per cercare di rintracciare i responsabili.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Calcio

    Viterbese-Arezzo 0-1: ci pensa Belloni. Diretta

  • Cronaca

    Depistaggi sul caso Cucchi, carabiniere aretino rischia il processo: accusato di falso e calunnia

  • Incidenti stradali

    Schianto tra auto a Castiglion Fibocchi: attivato Pegaso

  • Calcio

    La Cava aggredito nel prepartita. Il presidente trasferito in ospedale

I più letti della settimana

  • Fuori strada dopo le nozze, coppia di sposi al pronto soccorso

  • Gli preleva 8 euro al giorno di nascosto per mesi e gli prosciuga la carta. Aretino truffato

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • L'Arezzo va avanti: pari con il Novara (2-2). Il sogno continua

  • Croce in spalla macina chilometri: l'ex carcerato che salva i giovani di strada

  • Auto fuori strada, 21enne in codice rosso a Careggi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento