Trovato con la cocaina finisce in manette: "Sono malato e ho perso il lavoro, per questo spaccio"

L'arresto è avvenuto nei giorni scorsi nel quartiere di Saione. Convalidato l'arresto per un 45enne

"Sono malato e ho perso il lavoro: così per vivere ho iniziato a spacciare", così in seguito ad un arresto un uomo si è giustificato con gli agenti della Squadra Mobile di Arezzo. L'episodio è avvenuto nei giorni scorsi durante i servizi antidroga che vengono svolti nelle zone "calde" della città.

Il protagonista della vicenda è un 45enne aretino, affetto da una malattia genetica che fin dalla nascita lo ha messo a dura prova. Gli agenti della Squadra Mobile, diretti da Francesco Morselli, lo hanno notato a bordo della sua auto,  in zona Saione. Alla vista dei poliziotti si sarebbe innervosito e durante il controllo ha avuto un atteggiamento sospetto. Così gli investigatori hanno deciso di approfondire gli accertamenti procedendo con una perquisizione del veicolo e personale.  In questo modo è stato scoperto il "prezioso" carico: 40 grammi di cocaina  in dosi. 

"Ho perso il lavoro - ha detto quindi il 45enne agli agenti - e la mia malattia sta progredendo velocemente. Per questo, non avendo altre opportunità, ho iniziato a spacciare droga".  L'uomo non aveva nessun precedente penale. Lavorava in un'azienda aretina di preziosi, ma una volta ritrovatosi senza occupazione, ha finito per imboccare una strada sbagliata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina il giudice ha convalidato l'arresto. Vista l’incompatibilità con il regime carcerario è stato condotto alla sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Coronavirus, 27 nuovi tamponi positivi nell'Aretino. In città due casi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento