Un altro sfregio al Parco del Casentino: fototrappola distrutta a fucilate

Indagine dei Carabinieri Forestali, è stato denunciato un 42enne casentinese. Due giorni fa, il colpo di fucile che aveva danneggiato il cartello dell'ingresso dei 3 Faggi

Un altro sfregio al Parco delle Foreste casentinesi. Dopo la fucilata contro l'insegna all'ingresso dei 3 Faggi, un'altra ha distrutto una delle fototrappole usate dagli operatori della struttura per immortalare gli animali. Ma mentre nel primo caso si sta ancora cercando di individuare il responsabile, in questa seconda circostanza lo sparatore è stato denunciato.

Fucilata contro l'ingresso del Parco delle Foreste Casentinesi

Denunciato un casentinese di 42 anni

Nei giorni scorsi infatti, dopo una rapida indagine, i Carabinieri forestali del reparto Parco hanno denunciato un uomo di 42 anni, casentinese. Secondo le risultanze dei militari forestali, sarebbe stato lui ad aver fatto fuoco e ad aver danneggiato una delle fototrappole che l'area protetta utilizza per il monitoraggio della fauna selvatica. Il 42enne aveva imbracciato un fucile da caccia e aveva sparato contro il dispositivo, rendendolo inutilizzabile. Un gesto gratuito e incivile, da cui nessuno trae giovamento e che penalizza chi cerca di gestire, studiare e valorizzare un territorio meravigloioso come quello custodito dal Parco. Dopo aver trovato i resti della fototrappola distrutta, i Carabinieri forestali hanno avviato l'indagine e raccolto le informazioni necessarie per individuare il responsabile, che adesso deve rispondere dei reati di danneggiamento. Le armi in suo possesso sono state sequestrate.

Fototrappola a infrarossi distrutta: ecco cosa è 

Il dispositivo danneggiato - fanno sapere dal Parco - è formato da videocamere automatiche, che riprendono con foto e filmati la fauna selvatica e che, con il semplice passaggio dell'animale, attivano il rilevamento a infrarossi.
Sono ormai utilizzate in tutte le ricerche sugli animali, per la loro efficienza e semplicità. il Parco provvede a segnalare le zone monitorate con cartelli esplicativi. Sul mercato se ne trovano di vari modelli. Dai più semplici a quelli che inviano foto e filmati tramite rete wireless, con copertura fino a quasi 360°.

Lettera con proiettili al presidente del Parco

La fucilata contro l'ingresso dei 3 Faggi

Proprio due giorni fa è stata denunciata un'altra fucilata che ha recato danni al Parco, in particolare all'ingresso dei 3 Faggi, nel comune di San Godenzo. Alcuni pallini di una cartuccia da caccia hanno trafitto il cartello posto sulla soglia del polmone verde. L'insegna colpita è stata scoperta dai responsabili della struttura, che hanno immediatamente denunciato l'episodio ai Carabinieri forestali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento