Palpeggia la cognata e viene denunciato per violenza sessuale: condannato

L'episodio ha per protagonista un 40enne invaghito della moglie del fratello

Si era invaghito della moglie del fratello. Un sentimento che però non era corrisposto. E dopo una pesante avance da parte dell'uomo, un 40enne di origini umbre, è scattata la denuncia per violenza sessuale. 

La vicenda, approdata in un'aula di tribunale, si è conclusa oggi con un patteggiamento. Il fatto risale a tre anni fa, quando l'uomo e la donna si trovarono da soli in una abitazione nel cortonese. Il marito si era assentato e il fratello, stando a quanto sostenuto dall'accusa, avrebbe colto l'occasione al balzo. Si sarebbe avvicinato alla donna e l'avrebbe palpeggiata. Un unico episodio, ha sottolineato in aula il legale dell'uomo, l'avvocato Fabrizio Betti, che gli è costato una denuncia per violenza sessuale. La donna infatti si recò dai carabinieri per raccontare cosa era successo.

Ieri di fronte al collegio presieduto dal giudice Giulia Soldini, l'uomo ha patteggiato la pena. Per lui una condanna a un anno e 9 mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento