Omicidio di via della Robbia, niente sangue di Maria nell'auto di Ferrini. Continuano le indagini sui conti correnti

Secondo le prime indiscrezioni non sarebbero emerse tracce ematiche della donna né sui vestiti né sull'auto. Adesso al vaglio della Squadra mobile ci sono i conti correnti. Teste e colloqui con un criminologo per Ferrini in carcere

Le tracce ematiche che gli inquirenti, stando al racconto di Federico Ferrini, pensavano di trovare, in realtà non sarebbero emerse. Né sull'auto né sui vestiti del 37enne sarebbe stato trovato del sangue riconducibile a Maria Aparecida Venancio de Sousa. Sono queste le prime indiscrezioni sui rilievi svolti sui reperti. L'auto, una Renault Megane Scenique sotto sequestro, fu portata presso il laboratorio della Polizia Scientifica per la Toscana e scandagliata con le più moderne tecniche. Gli abiti furono inviati all'ospedale di Careggi, nel laboratorio della Forensic Genetic Unit dell'ospedale, guidato dal professor Ugo Ricci. 

Il video | Così la Polizia Scientifica analizza l'auto di Ferrini

I risultati lasciano quindi alcuni punti oscuri sulla ricostruzione della vicenda che Ferrini ha confessato di fronte alla Squadra Mobile e di di fronte al giudice per le udienze preliminari. Dalla dinamica, al movente. Restano dubbi sul perché Ferrini mise a soqquadro la stanza. "Per la rabbia e il dolore di quello che aveva fatto", ha spiegato a suo tempo l'avvocato e lo stesso 37enne al giudice. Ma il sospetto è che invece potesse cercare qualcosa. E poi il movente: Ferrini ha parlato di ricatto. Gli inquirenti stanno analizzando i conti correnti - più di uno - dell'uomo, per capire se ci fosse anche qualche prestito da parte di Maria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ferrini a colloquio con il "criminologo": verso la perizia psichiatrica

Intanto proseguono i colloqui e il percorso di Ferrini con l'esperto di scienze forensi, che dovranno portare a valutare una richiesta di perizia psichiatrica nei suoi confronti. Stando a quanto spiegato dal legale, Gionata Giannini, alcuni test avrebbero fatto emergere elementi e segnali della necessità di tale accertamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento