Deboli nevicate e notte freezer: il ghiaccio imbianca le strade. Arezzo città più gelida in Toscana

Guida prudente per le gelate, ma non ci saranno altre precipitazioni

Qualche fiocco di neve nella serata di ieri e le temperature "freezer" della notte determinano per le prime ore della giornata - ancora una volta - strade gelate in buona parte della provincia, compresa Arezzo e dintorni. Gli incidenti dei giorni scorsi a causa del ghiaccio siano perciò monito per una guida prudente.

La provincia di Arezzo si conferma tra le più rigide della Toscana, con una minima in città registrata dal Consorzio Lamma a -4 (al pari di Firenze: sono le due città capoluogo più fredde della regione). Meglio va per quanto riguarda le precipitazioni. La "spolverata" di ieri sera in alcune alture attorno ad Arezzo non avranno seguito, almeno per il momento. Per oggi Arezzometeo prevede "sereno o poco nuvoloso con qualche addensamento di poco conto sui settori orientali. Gelate al primo mattino complice le basse temperature e la debole nevicata che ci ha interessato in precedenza. Temperature massime in lieve calo. Ventilazione debole da grecale in cessazione verso sera".

Immagine in copertina tratta dal gruppo facebook Sei di Arezzo Se

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Questa mattina (11/01/2019) le strade della città sono un'unica lastra di ghiaccio, situazione pericolosa sia per i pedoni che, sopratutto per le auto. I disagi per la viabilità sono evidenti: ovunque file di macchine obbligate a procedere a passo d'uomo. Ovviamente tutto questo è dovuto al mancato intervento del Comune di Arezzo che non ha provveduto nei giorni scorsi a spargere sale sulle carreggiate, nonostante che la temperatura notturna sia ormai ben al di sotto dello zero da diversi giorni e nonostante il fatto che in provincia si siano verificati già alcuni incidenti proprio a causa del ghiaccio. E' il solito Comune che in estate non provvede a ripulire le fognature, così alla prima bomba d'acqua a cui ormai siamo abituati (nonostante le preventive allerte della Protezione Civile) i sottopassi vanno sott'acqua. Non che le altre Istituzioni se la cavino meglio: la superstrada che collega San Zeno a Monte San Savino è sotto lavori da agosto con evidenti danni al traffico che nelle ore di punta si trasforma in un unico serpentone di auto da Pieve al Toppo a via Romana. I lavori, come da sito internet ANAS, sarebbero dovuti terminare il 24/12 scorso, ma anche se in ritardo, la ditta ha visto bene di far fare ai propri lavoratori ben 2 settimane di ferie riaprendo il cantiere solo dopo la Befana! Ma che volete farci, le elezioni sono ancora lontane e "il cielo è sempre più blu"

  • al comune son tutti sulla ruota panoramica!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sale operative in contatto e nuove tecnologie per la sicurezza: ad Arezzo arriva "Mille occhi sulla città"

  • Cronaca

    La maxi truffa dell'olio greco ed extracomunitario spacciato per Evo Toscano Igp

  • Politica

    Mense scolastiche, venerdì giornata clou: sit in e petizione del comitato in consiglio comunale

  • Incidenti stradali

    Tragedia di Renzino, disposta l'autopsia sulla ragazza travolta dal poliziotto

I più letti della settimana

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Travolta in strada nella notte: muore a 24 anni

  • Tragedia a Renzino, Andreea Bianca travolta lungo il ciglio della strada: ad Arezzo da un anno, forse usciva da un locale

  • Tragedia nei cieli di Arezzo: precipita in aliante e muore

  • Dilettanti, le classifiche marcatori dall'Eccellenza alla Seconda categoria

  • Quarant'anni di forbici, shampoo e sorrisi. Giorno speciale per Rita la barbiera

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento