Negativo il test sul marito della contagiata di Pergine

Altre buone notizie dall'aggiornamento del sindaco Simona Neri, dopo la negatività del test sui bambini della coppia

Pergine Valdarno

Anche il marito della donna 42enne di Pergine Valdarno colpita da Covid-19 è risultato negativo al test. Un'altra bella notizia per il piccolo centro del Valdarno aretino, dopo quella della negatività del test sui due bambini della coppia, arrivata ieri sera. 

"Questa mattina - ha aggiornato il sindaco di Laterina Pergine Simona Neri tranquillizzando i concittadini - ho avuto un'ulteriore conferma: anche il compagno della nostra concittadina, sottoposto a test, è risultato negativo al Coronavirus.

A Pergine, a questo punto, si attende l'esito dell'esame sui genitori della 42enne.

Il test sui familiari e l'isolamento domiciliare

La 42enne si era messa in quarantena quando ha saputo che una collega aveva contratto il Coronavirus: è tornata a casa dal lavoro e ha deciso di isolarsi con il marito, i figli piccoli e i familiari. Non sapeva ancora di essere stata contagiata, ma ha avuto un atteggiamento responsabile, ligio alle regole di comportamento diramate. Solo due giorni fa la 42enne, prima aretina ad essere stata contagiata, ha avuto qualche linea di febbre. E' stata sottoposta al tampone che ha dato esito positivo. E' risultato positivo e adesso la donna è in sorveglianza attiva domiciliare.

La nuova campagna della Regione Toscana

La Regione ha lanciato in questi giorni una campagna di comunicazione sul Coronavirus Covid-19, rivolta a tutti i cittadini toscani, o comunque presenti in Toscana. Cuore della comunicazione, il decalogo sui comportamenti da tenere, le norme igieniche da seguire, cosa fare in caso di febbre, raffreddore o tosse, i numeri da chiamare (in allegato il decalogo completo).

La campagna, condotta in collaborazione tra Servizio sanitario regionale, Centro regionale gestione rischio clinico e Agenzia regionale di sanità, è stata lanciata su quotidiani cartacei e online. Comprende anche un tutorial diffuso sulle tv locali, che riporta le indicazioni del decalogo; e uno spot trasmesso dalle radio, con l'invito ad attenersi alle misure di prevenzione previste dal decalogo, e, per informazioni e chiarimenti a chiamare il numero verde istituito dall'assessorato, 800 556060, in funzione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18. Lo spot rinvia anche alle pagine del sito della Regione dedicate al Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Locandine con il decalogo sono state inviate anche a tutte le aziende sanitarie e ai sindaci, per diffusione e affissione. La campagna, partita il 28 febbraio, proseguirà nei prossimi giorni con altre informazioni sul versante della prevenzione e con affissioni sui bus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento