Mps: l’elenco dei grandi debitori tocca anche Arezzo

All’interno di quei 47 miliardi di prestiti malati, così come ricostruito dal quotidiano di economia, compaiono nomi che vantano debiti nei confronti dell’istituto di credito senese davvero molto importanti.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   11 gennaio 2017 13:27  |  Pubblicato in Cronaca, Arezzo


monte-paschi-mps

Ci sono anche debitori aretini nell’elenco pubblicato dal Sole 24 Ore e riguardante la ‘black list’ di coloro che hanno contribuito alla crescita dei debiti malati di Mps.
Una lunga enumerazione dove vengono annoverati nomi eccellenti del sistema economico (e non solo) italiano. Dai grandi imprenditori, agli immobiliaristi fino ad arrivare al sistema delle cooperative e delle partecipate toscane.

Tra queste ultime, compare il nome anche di una realtà aretina.

Nel “capitolo delle partecipate pubbliche – si legge sul Sole 24 Ore – Mps è inguaiata con pegni o titoli in Scarlino Energia; Fidi Toscana; Bonifiche di Arezzo; l’Aeroporto di Siena e persino le Terme di Chianciano. La banca si ritrova a fare l’imprenditore di società in crisi quando avrebbe dovuto solo fare la banca”.

Ma la lista nera dei grandi debitori morosi continua. All’interno di quei 47 miliardi di prestiti malati, così come ricostruito dal quotidiano di economia, compaiono nomi che vantano debiti nei confronti dell’istituto di credito senese davvero molto importanti.

Arrivando al capitolo riguardante le cooperative ecco che balza agli occhi il nome di una realtà che riporta in terra toscana e di Arezzo: Unieco. La coop emiliana infatti, ha una piccola quota all’interno di Sei Toscana (0,10%) ed è tra i soggetti fondatori di “Progetto Sei”, l’associazione temporanea di impresa che si è aggiudicata il bando per la gestione dei rifiuti nelle provincie di Arezzo, Siena e Grosseto. Successivamente il “Progetto” si è trasformato nella società che dal 1° gennaio 2014 si occupa del servizio nell’area Ato Toscana Sud. Recentemente, come noto, proprio quello stesso bando è stato oggetto di inchiesta da parte della Gdf e della magistratura che hanno aperto un fascicolo per fare chiarezza circa le modalità di assegnazione.

Secondo quanto emerso sulle colonne del Sole 24 Ore “Mps è stata protagonista della ristrutturazione del debito di Unieco”.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus