"Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

Operatore della Croce Rossa e tamburino degli Sbandieratori, Bocciardi era una persona sempre pronta ad aiutare gli altri. La sua improvvisa scomparsa ha lasciato un grande vuoto

E' stata una morte improvvisa, che lo ha colto nel sonno. Se n'è andato così Nicola Bocciardi, 45enne operatore della Croce Rossa di Arezzo e storico tamburino degli Sbandieratori. Gentile, disponibile, cordiale con tutti, Nicola lascia un grandissimo vuoto nel cuore di chi lo ha conosciuto. 

Il decesso è avvenuto la notte tra venerdì e sabato per un malore. Ieri la notizia si è diffusa in città e ha lasciato sgomenti tantissimi aretini. Sui social si sono rincorsi i messaggi di cordoglio. Listate a lutto le pagine Facebook della Croce Rossa e degli Sbandieratori. 

I colleghi soccorritori hanno ricordato con un toccante post il loro amico scomparso:

Ci lascia sgomenti e increduli - si legge nella pagina Facebook della Croce Rossa - la tristissima notizia della prematura scomparsa del nostro collega e amico Nicola Bocciardi.
Con animo addolorato, tutto il comitato della Croce Rossa di Arezzo si stringe alla mamma e alla famiglia.
Nicola era per tutti noi un caro amico e una persona dal grande cuore gentile, sempre disponibile ad aiutare gli altri.
Ti ricordiamo così, sorridente e fiero.
Ciao Nicola. R.I.P

Al cordoglio si unisce anche il Gruppo Sbandieratori di Arezzo, che ricorda quanto Bocciardi amasse indossare gli abiti da tamburino:

Nicola era per tutti noi un caro amico e una persona dal grande cuore e di contagiosa gentilezza, sempre disponibile a stare al nostro fianco.
Era anche un "figlio d'arte": il padre Alessandro era stato uno dei primi Sbandieratori.
Ti ricordiamo così, sorridente col tuo tamburo.
Ciao Nicola, la terra ti sia lieve. R.I.P.

nicola bocciardi  tamburino-2

Bocciardi era stato anche volontario dell'Associazione Culturale Bangladesh. Gli amici volontari lo hanno ricordato così:

"Oggi apprendiamo la triste notizia della scomparsa di Nicola, nostro volontario e amico. Nicola era una persona speciale, sensibile,attenta,gentile, scevra da qualunque tipo di pregiudizio, un puro. Nicola era pronto ad aiutare chiunque ne avesse bisogno, senza domandarsi chi fosse e da dove venisse. 
I mesi che ha dedicato alla nostra Associazione, sono stati per un noi un grande dono perché, oltre all'aiuto nell'assistenza alle persone bisognose, Nicola ci ha regalato sempre un sorriso o una battuta che, per chi lavora nel sociale, sono necessari come l'aria. 
Nicola era una persona empatica e piaceva perché sapeva naturalmente entrare in sintonia con gli altri. Nicola era un volontario vero e quelle sue doti innate sono per tutti noi un grande insegnamento che resterà impresso nella memoria. Grazie Nico per tutto quello che hai fatto per noi e per questa città!! Ci mancherai tanto!!!! Il nostro pensiero più caro va ora alla tua mamma".

I funerali si svolgeranno domani, lunedì 20 gennaio, alle ore 16,30 nella chiesa di Santa Agnese a Pescaiola. La camera ardente è stata allestita presso l'ospedale San Donato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla redazione di Arezzo Notizie le più sentite condoglianze alla famiglia di Nicola Bocciardi, alla Croce Rossa e al gruppo Sbandieratori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Coronavirus: 16 nuovi contagi nell'Aretino: 5 dimissioni e due decessi. Il report giornaliero

  • Infermiere positivo al Covid: boom di casi in Valdarno. Un infetto anche nella rsa di Bucine

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento