Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Montoncello, l'altro fronte del Bagnoro: 5 case allagate dal Vingone. Sopralluogo del genio civile

Una famiglia con due bambini, da sabato deve ancora tornare a dormire a casa

 

"Sono anni che chiediamo di predisporre un argine sul Vingone, qui davanti alle nostre case, ma non siamo stati ascoltati. Le nostre case si sono allagate e una famiglia dorme ancora fuori da qui". 

C'è un altro fronte del Bagnoro che è stato particolarmente colpito dall'alluvione di sabato scorso, oltre a quello vicino al Valtina e che ha inesorabilmente sfogato sulla Pieve di Sant'Eugenia. 

Le immagini di copertina si riferiscono a Montoncello, abitato che si trova nella parte più alta del paese vicino alla quale scorre il Vingone. Sabato pomeriggio la furia del maltempo si è abbatttuta anche qui e ha provocato la rottura degli argini in ben tre punti, uno dei quali a monte, in maniera molto consistente. Così le acque e il fango si sono riversate sulle villette bifamiliari allagando taverne, cucine e altre stanze. I danni sono alti, perchè l'acqua è entrata e ha distrutto mobili, caldaie e altro.

Una famiglia con due bambini da sabato dorme fuori, forse ci farà rientro domani. C'è esasperazione, perché non è la prima volta che accade e per mettere a posto la casa servono decine di migliaia di euro.

Oltre che nella parte a monte, l'esondazione c'è stata anche nel tratto del Vingone più vicino alle case, sia sul lato sinitro che ha spinto la'cqua verso il paese che su quello destro, rafforzando la portata d'acqua verso le case.

Ci sono stati momenti difficili, soprattutto per chi ha dovuto prendere i bambini e portarli fuori velocemente.

Questa mattina c'è stato un soprallguoo del genio civile, i cittadini hanno spiegato cose è successo sabato e nelle altre volte in cui hanno subito la tracimazione delle acque del torrente.

I tecnici hanno inserito questo versante tra quelli dove è necessario un intervento di somma urgenza. Per il resto alla popolazione non resterà che continuare a documentare tutto e mettersi in fila per chiedere il risarcimento dei danni.

La bella notizia dal Bagnoro: "Non c'è nessuno dentro la macchina rovesciata dentro il Vingone"

Un metro e 80 di acqua in Pieve, poi il lavoro degli angeli del fango

Potrebbe Interessarti

  • Vita da lupi: cuccioli a spasso e adulti a caccia. Le immagini rubate nel Parco

  • Il Passo dei Mandrioli diventa quello Del Ringo. L'anonimo omaggio al biker subbianese

  • Marito e moglie si perdono sul cammino di San Francesco e chiamano i carabinieri. Recuperati in elicottero dai vigili del fuoco

  • Pienone al Prato per i fuochi di San Donato. Comanducci: "Arezzo meritava un grande spettacolo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento