La nuova legittima difesa è legge: Fredy Pacini verso l'archiviazione?

L'avvocato Cheli: "A questo punto siamo quasi sicuri. E non pagherà danni ai familiari della vittima"

E' cambiata la legge sulla legittima difesa, il Senato l'ha approvata oggi. La decisione del Parlamento potrebbe avere ripercussioni anche sul caso di Fredy Pacini, il gommista di Monte San Savino che lo scorso novembre sorprese un ladro in azienda e gli sparò, uccidendolo.

Le tappe della vicenda

Gommista scopre ladro in azienda: gli spara e lo uccide

Da subito il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva espresso solidarietà all'imprenditore della Valdichiana, dicendo di stare dalla sua parte.

Salvini difende chi ha sparato: "Io sto con Fredy"

Inevitabile, però, l'apertura dell'inchiesta - portata avanti dal pm della procura di Arezzo Andrea Claudiani - con Fredy Pacini indagato. L'ipotesi formulata dall'accusa è stata quella di eccesso colposo di legittima difesa.

La Procura di Arezzo indaga per eccesso colposo di legittima difesa

E così per Fredy Pacini è iniziato il dispendioso iter legale (perizie costose, etc.), tanto che amici e conoscenti si sono attivati per sostenerlo economicamente. Tra le iniziative più riuscite, la fiaccolata per le vie di Monte San Savino.

In duemila alla fiaccolata per Fredy, raccolti 4mila euro

Tuttavia, non sono mancate polemiche. Il gruppo facebook "Io sto con Fredy", nato per sostenere economicamente l'imprenditore, ha avuto derive non apprezzate dai promotori, che hanno denunciato le distorsioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tutti stanno con Fredy a chiacchiere, ma le donazioni sono poche" 

Cosa cambia per Fredy con la nuova legge

La nuova legge - sostiene Alessandra Cheli, avvocato di Fredy Pacini - è una rassicurazione in più per il suo cliente. "Ci sono maglie più larghe: diciamo che se finora ero ottimista sul fatto che per Fredy non ci sarebbero state conseguenze, adesso ne sono certa. Peraltro, se anche i familiari della persona uccisa volessero chiedere il risarcimento danni, le possibilità di ottenerli, a questo punto, si azzererebbero. Con la precedente legge, Fredy avrebbe al massimo ricevuto una pena lieve, nei limiti della sospensione (due anni). Ma una condanna avrebbe comunque aperto le porte a una richiesta danni in sede civile. Adesso la prospettiva di una condanna per Fredy è remota. Il mio assistito può beneficiare degli effetti della legge per il principio cardine favor rei: se una legge successiva è favorevole si applica, altrimenti no". 

Manichini per simulare gli spari nell'officina

La perizia balistica: "Colpi dall'alto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • L'impatto contro un albero, poi l'intervento d'urgenza: muore giovane padre

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento