Inseguimento a Badia al Pino, auto con targa contraffatta messa in fuga: forse sopralluogo per un furto

A bordo della vettura, già segnalata da tempo, c’erano 4 persone che probabilmente stavano progettando uno o più furti. La vista dei Carabinieri li ha messi in fuga e forse dissuasi dal compiere il furto,

Nadia Frulli
Nadia Frulli
Invia per email  |  Stampa  |   7 settembre 2016 12:30  |  Pubblicato in Cronaca, Valdichiana

Articoli correlati



Un’auto che accelera a tutto gas nel buio, un’altra che la insegue. La prima è un’Audi scura, la seconda è un’auto dei carabinieri accorsa sul posto dopo una segnalazione dei cittadini. Il concitato episodio è avvenuto ieri sera a Badia al Pino. L’auto in fuga, già segnata alle forze dell’ordine, si aggirava in modo sospetto tra le abitazione della frazione. A bordo c’erano quattro persone che alla vista dei carabinieri hanno schiacciato l’acceleratore e sono scappate.
E’ scattato così un vero e proprio inseguimento, andato avanti per alcuni chilometri, fortunatamente senza nessuno sparo o incidente. Fin quando l’auto inseguita non ha fatto perdere le proprie tracce.

I carabinieri, che stanno indagando sulla vicenda, hanno appurato che l’auto aveva una targa contraffatta con dello scotch nero. In pratica un 5 era stato fatto diventare un 6 e un 6, grazie ad un pezzettino di scotch, si era trasformato in un 8. Secondo quanto ricostruito, i 4 stavano verosimilmente progettando uno o più furti. Erano le 21, forse stavano facendo un sopralluogo, ma non è escluso che avrebbero potuto agire la sera stessa. Avevano scelto una frazione poco lontana dall’autostrada: una via di fuga che, se il colpo fosse andato in porto, avrebbe permesso loro di volatilizzarsi in pochi minuti.
Ieri però sulla loro strada hanno trovato l’auto dei carabinieri. Colpo sfumato e forse banditi dissuasi dal ritentare.

 Nadia Frulli 
Nadia FrulliUna laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus