Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Tragedia in A1, le immagini dello schianto

Le telecamere che monitorano il traffico hanno filmato la scena. Ipotesi malore o colpo di sonno del guidatore

 

Non un accenno di frenata, se non quando era ormai troppo tardi. Nessuna sbandata o movimento particolare, ma una traiettoria che ha portato la monovolume di colore scuro ad uscire dalla propria carreggiata andando a urtare l'autoarticolato fermo sulla piazzola. Ecco cosa raccontano le immagini delle telecamere posizionate sull'Autostrada del Sole, anche su quel tratto del Comune di Civitella in Val di Chiana che non presenta a prima vista alcuna difficoltà.

Le immagini testimoniano quanto accaduto ieri pomeriggio attorno alle 14: una tragedia enorme. E così l'ipotesi di un colpo di sonno o forse più semplicemente di una disattenzione da parte del guidatore come causa dell'incidente si fa sempre più strada. Una possibilità che era già emersa ieri pomeriggio stando al racconto di un testimone che aveva visto l'auto procedere a 'zig-zag' all'altezza dell'uscita Valdarno.

Il video mostra la traiettoria del veicolo e lascia intuire quel terribile schianto in cui hanno perso la vita una bimba di 8 mesi e una di 10 anni, entrambe figlie dell'uomo al volante, di nazionalità romena. Nulla da fare nemmeno per i genitori del guidatore, anche loro deceduti nell'impatto. La moglie e gli altri due figli di 8 mesi e 13 anni sono invece ricoverati in ospedale.

Il conducente è stato arrestato con l'accusa di 'omicidio stradale plurimo' e nelle prossime ore sarà interrogato dagli inquirenti per capire la causa di quanto accaduto, anche se la dinamica almeno dalle telecamere sembra quanto mai chiara.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento