Tragedia di Ristradelle, Helenia morta in quella strada senza segnaletica e dove le auto sfrecciano

Proseguono gli accertamenti degli inquirenti. I rilievi condotti dalla Polizia Locale dovrebbero chiarire se sia stata la giovane a invadere la corsia opposta o se sia stata l'altra persona coinvolta

Una strada stretta e dritta. L'asfalto scivoloso per la pioggia. Buche e fondo stradale sconnesso. E' questa la strada comunale di Ristradelle, dove ieri si è verificato il terribile incidente nel quale ha perso la vita Helenia Rapini. La dolce 29enne, che viaggiava in auto con un cucciolo che stava accudendo in attesa di un'adozione, percorreva quella strada spessissimo. La conosceva bene, ma a nulla è valsa la sua esperienza.

Le cause dell'incidente sono al vaglio degli inquirenti: non è chiaro chi abbia invaso la corsia opposta, se la giovane o il 46enne che è rimasto ferito. E non è chiaro se la causa possa essere imputata al fondo stradale o, ad esempio, a una distrazione oppure l'alta velocità.

Resta il fatto però che da tempo i residenti lamentano l'insicurezza di quel tratto di strada, dove ci sono stati troppi incidenti mortali, con vittime giovanissime. Nell'aprile del 2009 proprio in quel rettilineo perse la vita un ragazzo di appena 18 anni, Samuele Sandali. Solo un mese prima, pochi chilometri più avanti, nei pressi di Frassineto, morì una ragazza di 24 anni: Martina Pratesi.

Helenia e il suo grande amore per gli animali: il ricordo dei colleghi dell'Enpa

Quella strada spesso viene presa come una scorciatoia, visto che è parallela alla Sr71. Ma non è illuminata, ci sono dossi e avvallamenti e sull'asfalto non c'è nemmeno la linea divisoria. Insomma in molti superano quel limite di velocità fissato a 50 chilometri orari.  

Sull'incidente intanto vanno avanti gli accertamenti della Polizia Municipale per capire cosa sia successo in quei fatali minuti in cui l'auto di Helenia e quella del 46enne si sono schiantate. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto frontale: muore giovane aretina. Grave un 46enne

  • Tragedia di Ristradelle, Helenia e il suo grande amore per gli animali. Lavorava per Enpa: "Lascia un vuoto enorme, la sua dolcezza era unica"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Stelle Michelin Toscana 2020: Arezzo presente con un ristorante storico. E con un giovane chef

  • Allarme bomba: evacuate le Poste centrali. Ma nel pacco c'è del pane

  • Cinghiale distrugge 20mila euro di cocaina nascosta sotto terra

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento