Tragedia di Ristradelle, Helenia e il suo grande amore per gli animali. Lavorava per Enpa: "Lascia un vuoto enorme, la sua dolcezza era unica"

Helenia Rapini aveva un grande, grandissimo amore per gli animali, che l'aveva portata anche a diventare educatrice cinofila. E insieme agli altri operatori e volontari dell'Enpa si prendeva cura dei cani e gatti abbandonati della città

Era partita da casa per andare al canile di Arezzo, dove lavorava. Helenia Rapini aveva un grande, grandissimo amore per gli animali: una passione che aveva coltivato con entusiasmo e che l'aveva portata a diventare educatrice cinofila. Insieme agli altri dipendenti e volontari dell'Enpa si prendeva cura dei cani e gatti abbandonati della città. Aveva una grande sensibilità ed era molto preparata:  per questo si occupava spesso dei cani dal carattere e dai trascorsi più difficili.

"Era una ragazza molto sensibile e come tutte le persone sensibili era a suo modo fragile. Ma la sua dolcezza era infinita - ricorda con enorme commozione Sandra Capogreco, presidente dell'Enpa di Arezzo - noi tutti dell'Enpa siamo sconvolti. Perché siamo una grande famiglia e la notizia della morte di Helenia ci ha gettati in un profondo sconforto". 

La 29enne stava andando al lavoro: il suo turno iniziava alle 15. Non vedendola arrivare i colleghi si sono preoccupati, perché Helenia era una persona puntuale e in caso di imprevisti - anche i più banali -  era solita avvisare del ritardo. Così ieri, dopo un po' di attesa, gli operatori dell'Enpa hanno capito che doveva esserle accaduto qualcosa. Il suo numero di telefono lo hanno composto più e più volte, invano. 

"Helenia lascerà un grande vuoto - spiega Capogreco - lavorava part-time, ma si era specializzata ed era diventata un'educatrice competente. Era attenta e precisa nel suo lavoro. Aveva un grandissimo amore per gli animali, coglieva con la sua sensibilità le situazione più delicate. Ad esempio, il cucciolo che era con lei presto sarebbe stato adottato, ma avevamo scoperto che non stava molto bene e così lei si era offerta di portarlo a casa sua e tenerlo al caldo durante la notte, per poi riportarlo in canile nei turni di lavoro. Con la stessa sensibilità e con grande dolcezza si rapportava con gli altri e si prendeva cura degli animali più difficili". 

Il frontale sulla strada di Ristradelle: la dinamica 

cucciolo da adottare-2Helenia stava viaggiando in direzione Arezzo, quando a Ristradelle, alle 14,40 circa è avvenuto il terribile incidente che le è stato fatale. In auto con lei c'era il cucciolo, un meticcio carlino, del quale si stava prendendo cura. Il cagnolino era in attesa di essere adottato (anche Arezzo Notizie nei giorni scorsi aveva lanciato un appello), era l'ultimo di una cucciolata e per lui molte famiglie si erano fatte avanti. Ma in seguito ad un piccolo problema di salute la giovane educatrice lo stava accudendo a tempo pieno.

Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente. Le due auto percorrevano la strada di campagna che collega Rigutino a Olmo. L'asfalto era bagnato. L'auto della giovane, una Hyundai Atos, si è scontrata con l'auto di un 46enne, una Nissan Qashqai, che viaggiava nel senso inverso di marcia. Nell'impatto anche una terza auto, una Golf, è rimasta conivolta. 

Lo schianto è stato terribile: l'auto della giovane è entrata nel campo a lato della carreggiata. La parte anteriore di entrambe le vetture è andata distrutta: Helenia è rimasta incastrata tra le lamiere, è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Arezzo per estrarla. Ma i sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla per Helenia.  

Commovente l'ultimo saluto lasciato da un'amica e collega nella pagine Facebook dell'Enpa di Arezzo:

"Oggi pomeriggio un tragico incidente ha privato il nostro canile di una collega, una volontaria, un’amica, ma soprattutto, ha privato tutti di una ragazza sensibile, amante degli animali, disponibile e volenterosa nel provare, mettendo tutta se stessa, ad aiutare qualsiasi animale in difficoltà. Non so cosa ci sia dopo ma, spero veramente, tu sia insieme al tuo amato Renato e a tutti i nostri amici pelosi del canile che ci hanno lasciato, compreso il cucciolino che era in macchina con te e che stavi accudendo e curando per non lasciarlo solo in canile, chissà che gioia proveranno tutti nel rivederti e nel poter godere di nuovo delle tue coccole.
Mancherai infinitamente a tutti noi, cani gatti e persone. 
Ciao Hele"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • La discussione e poi la tragedia: le ultime ore di Fabrizio morto lungo la Siena-Perugia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento