Incidente in A1, coinvolte due auto e un camion: sette chilometri di coda

Fortunatamente non ci sarebbero stati gravi feriti. Code di "curiosi" in direzione opposta.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sette chilometri di coda per un incidente avvenuto sulla A1 alle 14,40 circa, in seguito al quale è stata disposta la chiusura del tratto tra Valdarno ed Incisa verso Firenze, riaperto solo alle 15,53. Proprio all'interno del tratto chiuso, il traffico era rimasto bloccato e si è formata l'enorme coda, che pian piano si sta smaltendo.

Nell'incidente, avvenuto al chilometro 327 in direzione nord, sono rimaste coinvolte 3 autovetture ed un camion. Fortunatamente non ci sarebbero stati gravi feriti. Ma code per curiosi si sarebbero formate anche nella direzione opposta, a partire da Incisa, verso Roma.

"Chi viaggia verso Firenze - avvisa Autostrade per l'Italia - , dopo l'uscita obbligatoria di Valdarno, può percorrere la Strada Regionale 69 in direzione Valdarno e rientrare sulla A1 ad Incisa. Consigliata anche l'uscita di Arezzo, con successivo rientro ad Incisa, attraverso la viabilità ordinaria. Per le lunghe percorrenze consigliamo di uscire a Valdichiana, percorrere il Raccordo Siena-Bettolle in direzione Siena e rientrare sulla A1 a Firenze Impruneta. Sul luogo dell'evento sono presenti il personale di Autostrade per l'Italia, la Polizia Stradale e tutti i mezzi di soccorso meccanico-sanitari".

Attualemnte i rallentamenti iniziano da Romita mentre la coda vera e propria una manciata di chilometri più avanti a Caprenne (km 343).

Potrebbe Interessarti

  • Schianto in zona Eden: 34enne di Arezzo portato a Siena in elicottero

  • Un tonno trasportato per le vie del centro e scaricato in ascensore: il video shock. Scattano i controlli della Asl, chiuso locale

  • Arezzo s'inchina davanti alla Chimera: "La vittoria è per Giancarlo e per chi non ci aveva mai visto trionfare"

  • Disturbi e invasioni. La Colombina fa ammenda, Geppetti: "Intollerabile, mi sono scusato con Porta del Foro"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento