Incendio Raetech, ordinanza del sindaco: "Finestre chiuse e divieto di raccolta dagli orti"

Chiusura delle finestre delle abitazioni e dei luoghi di lavoro, divieto di raccolta dagli orti. Questo in sostanza il contenuto dell'ordinanza emessa dal sindaco di Foiano della Chiana Francesco Sonnati in seguito all'incendio che ha interessato l'azienda Raetech che opera nel settore dello smaltimento di rifiuti elettronici.

L'ordinanza è stata emessa in seguito alle analisi condotte sul posto da Arpat e Asl e recita così:

...preso atto delle prime valutazioni di carattere sanitario e ambientale espresse dagli operatori dell’Azienda USL Toscana Sud Est – Dipartimento della prevenzione e dall’ARPAT, circa l’adozione a scopo cautelativo di provvedimenti concernenti la tutela della salute pubblica consistenti nel rimanere all’interno delle proprie abitazioni, tenendo porte e finestre chiuse, nella limitazione allo stretto necessario di qualsiasi attività di cui è previsto lo svolgimento all’aperto e di utilizzo di frutta, verdure, ortaggi, ed altri prodotti agricoli di qualsiasi genere, coltivati nel raggio di 700 m. dal luogo in cui si è verificato l’incendio;

L'incendio, è il secondo che si verifica in azienza a distanza di quasi tre anni. Anche se il primo episodio del luglio 2016 fu di ben più vaste dimensioni. Questa notte, intorno alle 23,00 le fiamme sono partite all'interno di un capannone e hanno interessato una superficie di circa 600/700 metri quadrati ed ha visto impegnati i vigili del fuoco di Arezzo, Bibbiena, Cortona e Montevarchi che intervenendo in maniera tempestiva hanno abbassato la temperatura di combustione e domato l'incendio in poche ore.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i mezzi del 118 che poi sono tornati via vuoti, visto che non ci sono state persone coinvolte nell'incendio, il funzionario dei vigili del fuoco, i tencnici dell'Arpat e della Asl.

L'ordinanza comunale resterà in vigore fino ad una nuova comunicazione dal parte del sindaco.

L'incendio alla Raetech di Foiano della Chiana

Le immagini dell'incendio

La comunicazione di Arpat

Intorno alle 23:00 di mercoledì 6 marzo si è sviluppato un incendio presso un'azienda che tratta RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), la Raetech s.r.l., a Foiano della Chiana.

L'incendio è stato spento circa alle 2:00 di giovedì 7 marzo da parte dei vigili del fuoco prontamente intervenuti, che successivamente hanno messo in sicurezza i materiali coinvolti dall'incendio per evitare il rischio del formarsi di nuovi focolai.

Il Sindaco del Comune di Foiano della Chiana intervenuto sul posto ha diffuso via Facebook l'invito alla popolazione di tenere le finestre chiuse e di astenersi da stare all'aperto, invito poi formalizzato in una specifica ordinanza, stabilendo altresì il divieto di raccolta ed utilizzo di di frutta, verdura, ortaggi ed altri prodotti agricoli di qualsiasi genere in un raggio di 700 metri dal luogo dell'incendio.

Nella prima mattina di giovedì 7 marzo, tecnici del Dipartimento ARPAT di Arezzo sono intervenuti sul posto, verificando:

che l'incendio aveva interessato una zona dell'azienda nella quale erano presenti materiali già lavorati, ed in particolare metalli non ferrosi (rame, schede elettroniche e plastica) ed in attesa di lavorazione (computer e monitor) per un quantitativo di circa 200 kg; che le acque di spegnimento dell'incendio fatte confluire nella vasca di trattamento delle acque di prima pioggia venissero aspirate da una ditta specializzata, fatta intervenire sul posto da parte della proprietà dell'azienda, e quindi stoccate in un apposito contenitore per il successivo smaltimento.

Successivamente il Dipartimento ARPAT di Arezzo ha proposto al Sindaco la predisposizione di una specifica ordinanza nei confronti della proprietà dell'azienda, per il ripristino dei luoghi, la gestione dei rifiuti derivanti dall'incendio e dalle operazioni di messa in sicurezza.

Il settore specialistico Modellistica Previsionale di ARPAT sta effettuando uno studio modellistico per la stima delle aree di possibile ricaduta delle sostanze rilasciate nel corso dell'incendio, in relazione alle condizioni meteorologiche in atto. Tale studio, appena disponibile, sarà anticipato alla ASL per permettere l'effettuazione di eventuali campionamenti di vegetali a foglia larga per la determinazione analitica di IPA e diossine/furani per la valutazione delle eventuali ricadute.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Addio ad Acanti: indagini per chiarire la tragedia. Nulla osta per la giovane morta travolta a Renzino

  • Cronaca

    Vento forte: l'elenco dei comuni aretini con allerta meteo Arancio

  • Economia

    Licenziamento per 209 lavoratori della Pavimental

  • Cronaca

    Una gamba amputata invece del feto del figlio abortito: scambio macabro, i genitori chiedono i danni alla Asl

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Sr71, geometra 50enne perde la vita

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Incidente sul raccordo autostradale: task force di soccorsi. Quattro feriti nello schianto

  • Tragedia a Subbiano, muore il geometra Ferrini: ancora uno schianto sulla Sr 71

  • Dramma sulla 71: addio Pier Paolo. Il sindaco: "Geometra stimato e persona pacata. Sono vicino alla famiglia"

  • Esce di strada e si schianta contro un muretto, 23enne soccorso con Pegaso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento