Guerrina, il 30 incidente probatorio per Dawit. Malore in carcere per Gratien, parlano gli avvocati

Poteva essere un giorno importante, per la prima volta, dopo tanto tempo, Mirko Alessandrini si sarebbe trovato nella stessa stanza a pochi metri di distanza da Padre Gratien, il sacerdote in carcere dal primo maggio scorso accusato dell'omicidio...

 

Poteva essere un giorno importante, per la prima volta, dopo tanto tempo, Mirko Alessandrini si sarebbe trovato nella stessa stanza a pochi metri di distanza da Padre Gratien, il sacerdote in carcere dal primo maggio scorso accusato dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere di sua moglie, la mamma casalinga di Ca' Raffaello Guerrina Piscaglia.

Poteva essere interessante anche mettere a confronto nell'incidente probatorio i racconti del primo maggio 2014 del pizzaiolo etiope Dawit Tades e del boscaiolo ghanese conosciuto come Romeo. La giornata al tribunale di Arezzo ha avuto invece minore rilevanza. Padre Gratien, che giovedì scorso aveva firmato per essere presente, questa mattina avrebbe accusato un malore ed ha rinunciato ad assistere, è rimasto in carcere, dove alla fine dell'incidente probatorio lo ha raggiunto il suo avvocato Francesco Zacheo. Non è arrivato, nè alle 10 ne dopo il pizzaiolo Dawit che avrebbe perso il treno in partenza da Roma. Il suo incidente probatorio è stato quindi spostato a giovedì 30 alle 10:30.

Di fronte al Gip Piergiorgio Ponticelli quindi soltanto Romeo, il boscaiolo di origine ghanese che ha confermato il suo racconto di quel pomeriggio del primo maggio 2014, al bar, dove prestò il suo telefonino a Dawit che aveva ricevuto un sms da un numero non conosciuto. Con il cellulare di Romeo, Dawit chiamò quel numero ma nessuno rispose, era il cellulare di Guerrina che in quel momento era già scomparsa e probabilmente non aveva più con se quel telefono.

detti-faggiottoAll'uscita del tribunale gli avvocati di Mirko, Francesca Faggiotto e l'aretino Nicola Detti hanno confermato che credono fortemente che queste due figure collaterali non abbiano niente a che fare con la scomparsa e con l'indagine per l'omicidio di Guerrina Piscaglia.

gianpaolo-leonardi-famiglia-piscagliaAl tribunale di Arezzo presente anche l'avvocato Gianpaolo Leonardi nominato dalla famiglia di origine di Guerrina Piscaglia, che si è detto pronto a costituirsi parte civile nel processo.

Alla fine della giornata è chiaro che giovedì 30 si terrà l'altra parte dell'incidente probatorio con il pizzaiolo di Roma, mentre è da stabilire con il Pm la nuova data dell'interrogatorio in carcere per Padre Gratien, visto che quella di domani è saltata. Un lutto in famiglia ha colpito il Pm Dioni. Proprio domani si terrà il funerale del padre Giancarlo morto la notte scorsa.

zacheo-francesco-gratienUltimo ad uscire dal tribunale l'avvocato di Padre Gratien del foro di Lecce Francesco Zacheo che si era poco prima incontrato con il procuratore capo Roberto Rossi e subito dopo si è diretto in carcere per capire l'entità del malore. Zacheo ha detto che sarà ad Arezzo anche domani per incontrare di nuovo Padre Gratien all'interno del penitenziario di San Benedetto. Non ha escluso che proprio lì lo possa raggiungere il Procuratore capo Rossi che potrebbe condurre l'interrogatorio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento