Colpo in un negozio di occhiali di Corso Italia: trafugate lenti da sole griffate

I ladri hanno colpito di domenica, dopo aver disattivato il sistema antifurto.

Colpo in un negozio di occhiali di Corso Italia. I ladri sono entrati domenica mattina all'alba d  hanno fatto razzia di occhiali griffati nel negozio posto nella parte alta di Corso italia, "Mille Occhiali". 

I malviventi avrebbero trafugato tutti gli occhiali da sole che si trovavano in vetrina, ma pare non siano riusciti ad arrivare a prendere le montature per gli occhiali da vista che si trovavano nella parte pià interna del negozio. Il bottino potrebbe sfiorare alcune decine di migliaia di euro: le vittime stanno stilando proprio in queste ore l'inventario e verificando qualcosa che manca. 

Il negozio aveva un sistema di allarme che sarebbe stato stato disattivato proprio all'alba. I malviventi si sono introdotti nel negozio forzando la serratura, senza toccare le vetrine. I titolari si sono accorti solo questa mattina del furto, all'apertura, perché ieri e domenica il negozio era chiuso. Anche le telecamere sono state disattivate. 

Sul posto è accorsa la Squadra Volante della Polizia di Stato per i rilievi. Adesso è caccia all'uomo per individuare i responsabili. 

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento