Finti clienti ma veri ladri: ordinano da bere, poi rubano le slot. Due arresti

In manette un 35enne e un 37enne: colpiti cinque esercizi tra Arezzo e Capolona

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Doppio arresto da parte dei carabinieri di Arezzo: presi i responsabili dei furti alle slot dello scorso autunno. L'esecuzione delle misure di custodia cautelare in carcere è avvenuta stamattina da parte dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Arezzo. In manette due cittadini albanesi, rispettivamente classe 1982 e 1984, entrambi pregiudicati e residenti nel comune di Arezzo. Nei loro confronti ci sono "gravi indizi di colpevolezza" per aver compiuto i furti di slot machine nei bar di Arezzo e dintorni. Cinque gli esercizi pubblici presi di mira tra il centro storico, via Fiorentina, Tortaia, Saione e Capolona.

I colpi in via Romana, via Fiorentina e zona Tortaia

Gli arrestati facevano sopralluoghi e ordinavano da bere

Consolidato modus operandi della banda. I componenti del gruppo preparavano i colpi alcuni giorni prima, facendo un accurato sopralluogo nei bar individuati. I due entravano nei locali come fossero clienti, ordinavano da bere e poi si avvicinavano alle slot: meticolosamente, effettuavano alcune giocate e osservavano le modalità di collegamento, selezionando così le macchinette da rubare. Poi scattava l'ora del colpo. Il giorno stabilito per il furto, di notte, i due forzavano la porta d’ingresso del bar, spaccavano le vetrate e abbattevano le serrande. In pochissimi minuti, si dirigevano verso le slot e le sradicavano tagliando i cavi di collegamento. Poi le caricavano sui furgoni rubati, scomparendo nella notte. Con relativa calma, lontano dal luogo del delitto, le svuotavano per poi abbandonarle in luoghi di campagna isolati. Le macchinette a volte sono state ritrovate anche dopo alcuni giorni.

Il furto in piazza San Giusto e ritrovamento delle slot vuote a Poti

Le perquisizioni e gli arresti

Durante le perquisizioni a casa sono stati rinvenuti circa 700 euro in monete da 50 centesimi, un euro e due euro, riconducibili ai furti. Inoltre, uno dei due ladri aveva anche alcuni grammi di cocaina, un bilancino e materiale per confezionamento della droga. I due albanesi sono stati quindi arrestati e portati nella casa circondariale di Arezzo. Dovranno rispondere dei reati di furto aggravato in concorso e ricettazione. Un altro albanese, anch’egli componente della banda, destinatario della medesima misura, è risultato essere espatriato già da alcuni mesi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Tuffo in piscina con la Cadillac, aretino illeso dopo l'incidente

  • Video

    Maxi schianto nel centro del paese per uno stop mancato: danni anche alle auto in sosta

  • Video

    Da scuola al Pionta per la dose. 70 assuntori segnalati, minori, professionisti e casalinghe

  • Non solo Fisco

    Novità e scadenze per il 730. Pronti per le dichiarazioni dei redditi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento