Furti nei negozi, così la borsa anti taccheggio aiuta i ladri: due denunce. Un colpo messo a segno a Montevarchi

Negli scorsi giorni, infatti, sono stati almeno due i casi di cui si sono occupati i Carabinieri.

Nadia Frulli
Nadia Frulli
Invia per email  |  Stampa  |   17 febbraio 2017 11:22  |  Pubblicato in Cronaca, Valdarno


Borse schermate per nascondere la refurtiva agli strumenti anti taccheggio. E’ la nuova frontiera dei colpi nei centri commerciali e nei negozi di abbigliamento. Tecnica già ampiamente conosciuta nelle grandi città, si sta diffondendo a macchia d’olio anche nell’Aretino.

Negli scorsi giorni, infatti, sono stati almeno due i casi di cui si sono occupati i Carabinieri. A Terranuova Bracciolini, i militari della locale stazione hanno denunciato due donne: Z.M. 67enne e una donna marocchina di 33 anni. Le due donne, durante un controllo sono state trovate in possesso della borsa e anche di strumenti per rimuovere dispositivi di protezione della merce.

Altro caso di taccheggio sempre in Valdarno, a Montevarchi. Qui i Carabinieri di Levane hanno denunciato un ragazzo nigeriano di 27 anni. Durante un controllo all’interno del centro commerciale della Coop.fi, il ragazzo è stato sorpreso con capi d’abbigliamento del valore di circa 150 euro, ai quali era stata tolta la placca anti taccheggio. Scoperto dagli addetti alla sicurezza è stato successivamente fermato da militari.

 

Foto tratta da Ravennatoday.it

 Nadia Frulli 
Nadia FrulliUna laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus