"Il mio angelo veglierà su di noi", l'ultimo saluto a Nunzio Gallo

Nel frattempo continuano gli accertamenti sull'incidente stradale che si è verificato lungo la regionale 70 quel maledetto martedì 9 luglio

Si sono svolti questa mattina alle 11.30 nella chiesa di Bibbiena stazione i funerali di Nunzio Gallo, il 16enne morto in un terribile schianto lo scorso martedì sera mentre si trovava in sella al proprio scooter con un amico.

Grande commozione e grande partecipazione da parte di tutta la comunità casentinese che si è stretta attorno al dolore della famiglia e degli amici del ragazzo. Nella serata di giovedì, dopo che la salma è stata restituita ai propri cari, si è svolta una veglia commemorativa. Una serata per ricordare l'energia e la voglia di vivere di Nunzio, grande appassionato di calcio e amico di tutti.

"Grazie a tutti, grazie alla società di calcio, grazie ai numerosi gruppi, grazie per il calore che ci state dando. Il mio angelo veglierà su tutti noi". Queste le parole di Anna, mamma di Nunzio, che ha voluto affidare a facebook. Un messaggio semplice e toccante indirizzato a tutti coloro che in queste ultime ore sono stati vicino alla famiglia.

"Eri pieno di vita amore mio - prosegue ancora la madre - io e papà siamo morti con te".

Nel frattempo continuano gli accertamenti sull'incidente stradale che si è verificato lungo la regionale 70 quel maledetto martedì 9 luglio.
L'amico che era in sella con Nunzio sullo scooter è stato ricoverato d'urgenza al pronto soccorso de le Scotte di Siena.
Mentre gli occupanti dell'auto contro la quale è andato a schiantarsi il motorino hanno riportato soltanto ferite lievi. Il conducente è indagato, come prassi vuole in questi casi, per omicidio stradale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento