Fredy, Salvini: "Gli ho detto che saremo sempre al suo fianco". Il gommista: "Ora dico no alle armi"

Il vice premier ha pubblicato un tweet sulla richiesta di archiviazione da parte del pm Andrea Claudiani

"Ogni tanto una bella notizia! Ho appena chiamato Fredy Pacini per felicitarmi e ribadirgli che eravamo, siamo e saremo sempre al suo fianco, sempre dalla parte del diritto alla legittima difesa". Così con un tweet il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha esultato sui social alla notizia della richiesta di archiviazione del Pm.

Il pm Andrea Claudiani ha firmato la richiesta di archiviazione per legittima difesa lo scorso 13 maggio, ma la notizia ha iniziato a circolare questa mattina. Adesso il caso di Fredy si avvia alla conclusione.  Il gip infatti dovrà decidere se accogliere o meno tale richiesta. Il pm avrebbe applicato la vecchia normativa, ritenendo che Pacini quella notte avesse agito per tutelare la propria incolumità e quindi non sarebbe perseguibile.

2019-05-15 (2)-2

Il pm chiede l'archiviazione

Fredy Pacini quando ha ricevuto la chiamata è rimasto sorpreso, ha gradito ma allo stesso tempo ha mantenuto il suo consueto atteggiamento riservato.

"L'ho ringraziato - ha detto - come si ringraziano tutte le persone che esprimono solidarietà. La sua chiamata, breve e concisa, mi ha fatto senz'altro piacere come quelle di tante altre persone che mi hanno chiamato". 

Non commenta ancora invece la notizia della richiesta di archiviazione. Vuole attendere fino all'ultimo: "Oggi per me non è ancora cambiato nulla". Poi si lascia andare ai microfoni di Radio Capital: "Alla nuova legge sulla legittima difesa dico no. Io non uso più armi e  non è giusto che ci lasci la pelle nessuno, il ladro come un altro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatta la difesa di Fredy. "La richesta del pm - afferma l'avvocato Alessandra Cheli - arriva alla fine di un percorso di indagine meticoloso. La procura ha lavorato a 360 gradi e l'interrogatorio ha rappresentato l'ultimo atto dell'inchiesta, siamo quindi soddisfatti. Anche perché i tempi sono stati brevissimi e le indagini si sono concluse nei termini dei 6 mesi previsiti dalla legge".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento