Francesca, angelo aretino tra le macerie: "Commossa dall'ovazione di Genova". Il cane Allyson indica le ultime vittime sotto il ponte Morandi

E' tornata ieri pomeriggio in Toscana l'aretina Francesca Pagliai, professione vigile del fuoco, assieme ad Allyson, una labrador chocolate di tre anni, fresca di brevetto per unità cinofila. In coppia, nei quattro giorni scorsi, hanno operato tra...

francesca-allyson1

E' tornata ieri pomeriggio in Toscana l'aretina Francesca Pagliai, professione vigile del fuoco, assieme ad Allyson, una labrador chocolate di tre anni, fresca di brevetto per unità cinofila. In coppia, nei quattro giorni scorsi, hanno operato tra le macerie sotto il ponte Morandi, crollato la vigilia di Ferragosto causando la morte di 43 persone, tra cui i giovani fidanzati aretini Stella Boccia e Carlos Jesus Trujillo.

Proprio ieri è stata ritrovata senza vita un'intera famiglia: Allyson, assieme ad altri cani (32 in tutto le unità cinofile che hanno operato in questi giorni), aveva iniziato a guaire indicando il luogo dove le persone erano sepolte. Non aveva abbaiato, quello sarebbe stato il segnale che c'era qualcuno vivo. "Sono state giornate intense e drammatiche" racconta Francesca che, già con alle spalle esperienze a L'Aquila e Amatrice, ha lavorato per la prima volta assieme al suo amico a quattro zampe, a stretto contatto con un'altra unità toscana, formata dal collega di Prato Luca Martino e dal cane Foglia (foto sopra). "Non mi sarei mai aspettata questo calore da parte dei genovesi". Ieri, quando è entrata assieme agli altri vigili del fuoco nel padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova dove il cardinal Angelo Bagnasco ha celebrato i funerali di Stato, non si aspettava l'ovazione che è stata tributata a lei e tutti i suoi colleghi vigili.

Non avevo mai trovato una situazione del genere, le persone di Genova sono state meravigliose. Aziende, privati cittadini. Una ditta di surgelati ci ha portato i gelati per ristorarci dal grande caldo. Decathlon e Ikea hanno dato supporto a noi e ai cani. Una signora ha pensato di venirci a trovare portando una busta di croccantini. "E' tanto che lavorano, facciamo fare una pausa a questi cani", ci ha detto.

Tra i momenti più drammatici, il ritrovamento dell'ultimo giorno, quando ormai le speranze di scoprire ancora qualcuno vivo erano svanite. "Abbiamo scoperto l'auto sotto un pilastro. Abbiamo faticato per arrivare lì, nel punto indicato dai cani. Ed è stato necessario operare a lungo per trarre dalle macerie i corpi senza vita di quelle persone". @MattiaCialini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto sotto la doccia

  • Da Arezzo al Grande Fratello: Jacopo Poponcini nella casa più spiata d’Italia

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fa il pieno ma non riesce a pagare con la carta. Dice al benzinaio: "Stai sereno", poi scappa

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Si sposano e il marito si ammala: lei sperpera e poi lo lascia. Denunciata

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento