"Sono ancora sconvolta", diabetologa del San Donato scippata e trascinata da un'auto in corsa

Stava aspettando un passaggio per andare alla serata di festa al Petrarca. Ma nel teatro gremito per la serata con Pupo non è mai arrivata, perché è stata scippata ed ha riportato ferite. La pochette che aveva al polso non si è sfilata subito

La zona dello scippo

Una giovane donna è stata scippata ieri sera prima dell'ora di cena in via Tiepolo, una traversa di via Erbosa, nel quartiere Giotto.

Il fatto è accaduto verso le 19,30 quando la donna, medico della Asl di Arezzo, è stata affiancata da un'auto proveniente dal parcheggio e le è stata scippata la borsetta che portava al polso. La donna è stata trascinata dall'auto in corsa per qualche metro fino a che la pochette si è sfilata. Marianna Di Filippi, questo il suo nome, si è ritrovata a terra, dolorante, ferita, con la paura di avere delle fratture.

Il fatto è accaduto mentre si trovava sul marciapiede dove stava attendendo la sua collega dell'ospedale San Donato, per andare alla festa per la giornata mondiale di sensibilizzazione sul diabete. La dottoressa racconta quello che le è successo in una serata che doveva essere di divertimento per una buona causa, soprattutto con la speranza che fatti del genere non capitino più.

Non mi sono accorta di  quasi nulla: stavo aspettando la mia collega, perché io sono diabetologa e stavamo per andare alla serata di festa al Teatro Petrarca, ad un certo punto una macchina si è mossa, mi si è affiancata e uno ha afferrato la mia pochette che avevo al polso, ovviamente non si è sganciata e così mi hanno trascinata per qualche metro, non ricordo molto, ma che la macchina era vecchia, di certo non di colore chiaro,  forse rosso.

Quel rosso che ritorna nei racconti di chi ha subito scippi negli ultimi tempi ad Arezzo. Immediati sono scattati i soccorsi. Sul posto è arrivata un'ambulanza del 118. I sanitari hanno trasportato la donna all'ospedale San Donato per le ferite riportate. 

 Mi sono ritrovata a terra, dolorante, non mi muovevo e avevo paura di avere delle fratture. E' arrivata subito la mia collega ed è stata chiamata l'ambulanza. Ho contusioni ed escoriazioni su tutto il fianco e sono sconvolta per quando accaduto, perché non mi ero mai sentita insicura ad Arezzo, ci vivo da quasi un anno, vado al lavoro a piedi passando anche dal Pionta, ma non avrei mai pensato di subire uno scippo così sotto casa alle 19:30 con ancora alcune attività della zona aperte. E' vero che non è molto illuminato, ma questi malviventi si sono presi un bel rischio per pochi soldi. Per fortuna al pronto soccorso hanno escluso fratture, ho solo contusioni multiple.

Non è il primo caso del genere che succede ad Arezzo in questi giorni, dopo il racconto della giovane donna, medico del San Donato che vive ad Arezzo da un anno, sono uscite altre testimonianze in diverse zone della città, ma tutte con una cosa in comune: la macchina rossa. Una Fiat, di dimensioni medio piccole, forse una Panda, a bordo della quale, secondo i racconti di chi ha visto e soccorso le persone scippate, ci sarebbero i malviventi, uno o due, che si avvicinano alle vittime prescelte e agiscono strappando dalle braccia le borse, provocando cadute e ferite.

"Per me tanta paura, ma ho ricevuto anche l'abbraccio della comunità aretina, dalla mia vicina di casa a tutti coloro che si sono fermati per aiutarmi e questo è stato bello."

Sul posto anche la polizia che ha raccolto le testimonianze e oggi in questura verrà sporta la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • La discussione e poi la tragedia: le ultime ore di Fabrizio morto lungo la Siena-Perugia

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto tra auto, due giovani feriti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento