"Defibrillatore danneggiato, chi ha commesso il gesto si faccia avanti", l'appello di Marco Donati su Facebook

Si tratta dello strumento posizionato in piazza Risorgimento che fu donato da Carlo Donati e Alessandro Alberghini

Un defibrillatore, uno strumento donato da due imprenditori, in funzione al servizio dei cittadini aretini, è stato danneggiato durante la notte. Si tratta dello strumento posizionato in piazza Risorgimento che fu donato da Carlo Donati e Alessandro Alberghini. Un gesto deprecabile, un atto vandalico il cui esito è stato mostrato da Marco Donati, ex deputato del Pd, figlio di Carlo, con un lungo post su Facebook. 

Le foto parlano da sole. E accanto a quelle ci sono le parole che riportano l'incredulità e la rabbia del padre di Marco. Poi un appello. 

Certo, è un danno, ma è un danno che si ripara. Personalmente, però, sarai felice se chi ha compiuto quel gesto ci riflettesse un attimo, chiedesse scusa e ne comprendesse la gravità. Sicuramente non accadrà ma sarei felicemente sorpreso se "il o i" responsabili si rendessero conto di aver danneggiato uno strumento destinato a salvare la vita delle persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trovato morto sotto la doccia

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

  • Fa il pieno ma non riesce a pagare con la carta. Dice al benzinaio: "Stai sereno", poi scappa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento