Appuntamento per regolare un conto da pochi euro finisce a coltellate: 48enne in prognosi riservata

L'uomo che ha affondato il colpo è stato arrestato: è accusato di tentato omicidio

Foto d'archivio

Si erano incontrati ieri mattina ai giardini di Piero della Francesca a Sansepolcro, con l'intento di regolare un piccolo conto in sospeso di poche decine d'euro, ma non trovando un accordo la situazione è degenerata e da una lite sono passati alle armi. Coltelli per la precisione. Protagonisti della vicenda sono due uomini, un 48enne viterbese ed 42enne albanese senza fissa dimora, entrambi con precedenti di polizia.

I due, incuranti della presenza di alcuni passanti, hanno iniziato a discutere animatamente, fino ad arrivare a brandire le lame. Agli occhi dei biturgensi che si sono trovati di fronte alla scena, il diverbio è apparso come un vero e proprio duello, con i due protagonisti che si sono sferrati fendenti a vicenda, cercando di assestare al rivale il colpo fatale. Alla fine l’italiano è stato colpito al torace e il suo contendente si è allontanato a piedi verso il centro commerciale valtiberino.
Nel frattempo l’allarme è arrivato ai Carabinieri che sono accorsi sul posto con una pattuglia e contemporaneamente hanno iniziato la caccia all'uomo, grazie alla descrizione fornita dai testimoni.

Sul posto sono accorsi anche i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure al 48enne, riscontrando la presenza di una ferita all’altezza della parte sinistra del torace che, per pura fortuna, non ha prodotto più gravi conseguenze. Il manico del coltello da cucina utilizzato dall’albanese si è infatti spezzato impedendo che la lama potesse penetrare in profondità.  L’uomo è stato portato con l'elisoccorso Pegaso al pronto soccorso dell'ospedale di Siena dove adesso si trova ricoverato in prognosi riservata. Non è in pericolo di vita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri, nel frattempo, hanno individuato in un’abitazione poco distante l’albanese: anche lui ha una ferita da taglio al fianco sinistro che i sanitari del pronto soccorso valtiberino hanno suturato con alcuni punti con una prognosi di otto giorni. Dopo le cure è scattato l'arresto: l'uomo si trova adesso nel carcere di Arezzo. Dovrà rispondere di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Coronavirus, 27 nuovi tamponi positivi nell'Aretino. In città due casi

  • Un 22enne stampa in 3D le valvole per le maschere Decathlon. E le dona agli ospedali

  • Coronavirus, Ghinelli: "Tornano a crescere i contagi, restate a casa. Residenza per casi positivi al Planet? Chiedo chiarimenti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento