Colpi in aziende orafe: la banda del buco colpisce ad Alberoro e Poggio Bagnoli. Magro bottino

Entrambi i colpi sono stati scoperti lunedì mattina. I ladri hanno approfittato del fine settimana per agire.

Nadia Frulli
Nadia Frulli
Invia per email  |  Stampa  |   6 dicembre 2017 4:52  |  Pubblicato in Cronaca, Valdarno, Valdichiana


Un furto e un tentativo di furto. La banda del buco ci prova ancora: questa volta ai danni di due aziende orafe, una in Valdarno e una in Valdichiana.

In Valdarno, in un’azienda di Poggio Bagnoli, i malviventi hanno forato una parete laterale e hanno tentato di entrare. A dissuaderli però ci ha pensato l’allarme scattato durante l’effrazione.

E’ andato a segno invece il colpo ai danni di una azienda di preziosi di Alberoro. Qui la banda del buco è andata a segno, anche se si è accontentata di un magro bottino. Come nel caso valdarnese, i ladri sono entrati facendo un buco in una parete laterale che ha permesso loro di accedere direttamente al laboratorio.  Qui hanno fatto razzia di tutti gli scarti di lavorazione che hanno trovato sopra ai banconi, ma non hanno potuto mettere le mani su altro: il metallo prezioso era stato infatti stipato all’interno della cassaforte temporizzata. Così si sono dileguati portando via dai 200 ai 300 grammi di scarti di oreficeria.

Entrambi i colpi sono stati scoperti lunedì mattina. I ladri hanno approfittato del fine settimana per agire.

Sui due episodi stanno indagando i carabinieri di Arezzo e di Monte San Savino. Al vaglio degli inquirenti tutte le tracce che i malviventi si sono lasciati alle spalle, compresi eventuali filmati carpiti dalle telecamere di sorveglianza della zona. Come detto, magro il bottino mentre la quantificazione dei danni sarebbe ancora in corso.

Foto d’archivio

 Nadia Frulli 
Nadia FrulliUna laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus